San Marzano. Una soluzione per gli allagamenti?

Il sindaco Cosimo Annunziata ha evidenziato come gli ultimi disagi causati dai recenti fenomeni podalici, rischiano di complicare un annoso problema. Ha evidenziato lo stato critico dello Sguazzatoio durante la riunione tecnica, avvenuta a Palazzo di città, convocata dopo gli ultimi allagamenti che hanno interessato anche il centro storico di San Marzano.

Ieri mattina la sala riunioni è stata luogo di confronto tra le cariche marzanesi e alcuni delegati della protezione civile di Napoli, del Genio Civile, dell’Autorità̀ di Bacino e di alcuni consiglieri di maggioranza del Comune di Angri. Assente l’assessore regionale Edoardo Cosenza, invitato in più occasioni da Annunziata. Annunziata ha evidenziato come i detriti che ostruiscono il corso d’acqua del rio Sguazzatoio sono la causa degli allagamenti.

A pagare le conseguenze maggiori delle frequenti esondazioni sono i residenti di via Marconi, proprio questi ultimi hanno manifestato tutto il loro disappunto verso un problema che ha causato perdita di raccolti ed evacuazioni improvvise. Annunziata ritiene improponibile attendere l’erogazione dei fondi del progetto per la pulizia del Sarno e chiede una soluzione tampone, che dovrebbe essere di tipo organico tale da non riversare le acque piovane da un Comune all’altro. Tra le migliori delle soluzioni, si è pensato di intervenire lungo il rio Sguazzatoio e sull’alveo comune di Nocera.