Scafati. Verso il voto. Coalizione dei moderati contro Aliberti

Scafati si avvia a grandi passi verso il voto. Nell’incontro di sabato scorso tra il polo dei moderati e l’Udc si è cercato di tracciare una strada comune. Dopo una inziale rottura delle mediazioni a seguito della possibile candidatura a sindaco in quota Udc di Luigi Caiazzo, ecco un nuovo tentativo dell’ala moderata e quello dei centristi di cercare una sintesi.

Il polo dei moderati composto da Mocis, Fli ed altre liste civiche, sembrano lasciare cadere la proposta di Giuseppe Fattoruso come candidato sindaco lasciano intatte le possibilità di un accordo che potrebbe essere siglato con un documento congiunto tra moderati con a capo il Mocis e Fli da un lato e l’Udc di Alfonso Di Massa, dall’altro. Un documento però soltanto di programmazione politica. Successivamente ogni lista proporrà il nome di un possibile candidato sindaco su cui poi si discuterà.

Nessun tipo di meccanismo che adduce alle primarie: il candidato verrà scelto tra quelli proposti, a tavolino. Quattro i pretendenti. Si tratta di Giuseppe Fattoruso, Luigi Caiazzo, Alfonso Di Massa e l’ex assessore alibertiano Guglielmo D’Aniello. Un dettagli di non poco conto, il Mocis e liste civiche collegate hanno una sola parola d’ordine: ‘Mai con Aliberti’. Scelta questa che se accettata dall’Udc, in caso di ballottaggio, metterebbe in seria difficoltà il sindaco uscente Pasquale Aliberti ricandidato con il Pdl, Fratelli D’Italia (una parte sola mentre l’altra va con i moderati), Democrazia cristiana ed una alcune liste civiche.