Angri. Donna scippata in Via Cervinia. Tre in manette

Erano in tre ed hanno tentato uno scippo in via Cervinia danni di una donna di Angri. Complice anche la scarsa illuminazione che contraddistingue questo tratto della centralissima strada cittadina, proprio a ridosso dell’ufficio postale. I tre in trasferta dal napoletano dopo avere tentato lo scippo sono stati fermati dai passanti: si tratta di due probabilmente transgender e di una ragazza poco più che ventenne. Le tre responsabili del colpo hanno prima avvicinato la donna, e poi hanno violentemente provato a strapparle via la borsetta. Per fortuna però alcuni passanti hanno notato la scena ed hanno subito rincorso immobilizzandoli e consegnandoli direttamente tra le braccia dei della Polizia Locale, nei pressi della scuola primaria “Fusco” sempre in via Cervinia all’altezza del capolinea della Cstp.

I tre sarebbero originari di Secondigliano. Per la donna, subito soccorosa dai passanti è stato un vero e proprio shock. Alcuni degli stessi passanti hanno catturato le tre responsabili in fuga verso il lato sud della lunga strada cittadina. La dinamica del tentato scippo è però tuttora al vaglio della polizia municipale e dei carabinieri di Angri intervenuti sul posto. Le tre donne, due delle quali sono probabilmente dei transgender, sono state trattenute presso la camera di sicurezza presso il locale comando dei caschi bianchi. La donna vittima dell’aggressione invece è stata trasportata d’urgenza presso l’ospedale di Nocera Inferiore dall’unità di soccorso Castello, dove i sanitari gli hanno riscontrato soltanto un trauma e delle lievi ferite superficiali agli arti superiori ed inferiori che si è procurata nella colluttazione con le tre scippatrici. Nella tarda serata di ieri sono stati effettuati degli accertamenti sulle tre responsabili del colpo ed inoltre è stata raccolta la denuncia formale della donna che è ritornata dall’Umberto I. (immagine concettuale)
JeanFranck Parlati