Sant’Antonio Abate. Rimosso l’amianto in località Paludicella

Il Comune di Sant’Antonio Abate è pronto a dare disposizione per lo smaltimento dell’amianto rinvenuto nelle discariche abusive in via Paludiella, il pericoloso materiale rinvenuto tra i rifiuti lasciati illegalmente sul ciglio della strada. Vengono, così, rassicurati cittadini- residenti del posto in quanto l’amministrazione comunale del sindaco Antonio Varone sta provvedendo alla bonifica del territorio dove erano presenti materiali speciali contenenti amianto. Una situazione ambientale di massima pericolosità che aveva richiesto l’immediato intervento delle forze dell’ordine e degli amministratori comunali.

Sono stati proprio i caschi bianchi della Polizia Locale, qualche mese fa, ad accertare l’abbandono indiscriminato sul territorio abatese di rifiuti contenenti presumibilmente amianto nella località periferica di via Paludicella nel tratto immediatamente adiacente all’autostrada Napoli- Salerno, depositati da sconosciuti irresponsabili. L’amministrazione Varone intervenuta prontamente a tutela del territorio e alla salvaguardia della salute pubblica aveva disposto che fosse l’Igiene Urbana s.r.l. ad eseguire “ad horas” dei lavori di messa in sicurezza dei materiali rinvenuti, in attesa di una più capillare e specifica procedura di bonifica dei siti affidata alla ditta “Tortora Vittorio S.r.l.” di Nocera Superiore (Sa) che ha provveduto a esportare tutti gli scarichi di amianto presenti nella discarica abusiva di via Paludicella certificando l’avvenuto ripristino con le relative certificazioni di analisi e monitoraggi ambientali, oltre che la documentazione fotografica delle fasi lavorative avallate dall’attestazione di avvenuta esecuzione dei lavori rilasciata dagli organi competenti dell’Asl Napoli 3 Sud.