Angri. La Fraternità di Emmaus in preghiera per il nuovo pontefice

La Fraternità di Emmaus accompagnerà il Conclave e l’elezione del nuovo Pontefice con un’adorazione continua che avrà inizio domenica 10 marzo Dallo scorso 11 febbraio, giorno in cui Benedetto XVI ha rinunciato al ministero petrino, i riflettori di tutto il mondo sono puntati sulla città eterna. Tanti cronisti seguono con attenzione la preparazione del Conclave per l'elezione del nuovo Pontefice che avrà inizio martedì 12 marzo, con la messa Pro Eligendo Pontifice.

L’attesa del nuovo Papa tocca il cuore di molti. I cristiani di tutto il mondo sono chiamati a vivere questi giorni con una fervida e intensa preghiera. Una sfida raccolta a piene mani dalla Fraternità di Emmaus che da domenica 10 marzo inizia un’adorazione continua ad Angri presso la Cappella Beati Luigi e Zelia Martin per accompagnare il Conclave fino all’elezione del futuro Papa. Giorno e notte, giovani, sposi e adulti, sosteranno in ginocchio davanti a Gesù Eucaristia, fino al momento tanto atteso della fumata bianca. «Stiamo vivendo un passaggio significativo per la vita della Chiesa, un’ora “stupenda e drammatica” per usare le parole di Paolo VI – racconta don Silvio Longobardi, fondatore del movimento -. Con un gesto inusuale, eppure carico di profezia, Papa Benedetto XVI ha scelto di rinunciare al suo mandato per continuare in altro modo il suo altissimo ministero ecclesiale. Vogliamo attendere il Papa in ginocchio, chiedendo allo Spirito di guidare il cuore dei cardinali. Per far sentire tutti partecipi di questo evento abbiamo scelto di viver un particolare e prolungato tempo di adorazione eucaristica».

L’amore per l’Eucarestia ha un ruolo centrale nella vocazione del movimento. Dall’11 giugno del 2012, infatti, è partita un’esperienza di adorazione diurna, dalle 7.00 del mattino alle 19.00 di sera, che coinvolge più di cento persone: famiglie, giovani, consacrati, sacerdoti. Un’esperienza che si intensifica in questi giorni che il vescovo Giuseppe, in una recente intervista al periodico Insieme, ha definito «i giorni della Chiesa e dello Spirito. Giorni nei quali tutti siamo chiamati a pregare». Un’ora stupenda da vivere in ginocchio.

La Chiesa Luigi e Zelia Martin è il cuore di un’opera più grande a servizio della famiglia, la Cittadella della Carità. Si trova ad Angri, in via Adriana 10 e può ospitare gruppi per pellegrinaggi anche di un’intera giornata. L’adorazione diurna è dalle ore 07.00 alle 19.00 dal lunedì al venerdì e dalle ore 16.00 del sabato fino alle ore 8.00 della domenica. La preghiera silenziosa si intreccia con la recita della Liturgia delle Ore e si conclude con il rosario, la preghiera dei Vespri e la Celebrazione Eucaristica delle ore 19.00.