Angri. Mensa scolastica. Il monito di Milo

In data 12 marzo la Responsabile della UOC Promozione socio culturale del Comune di Angri si è vista costretta a segnalare un comportamento irregolare di un genitore che, senza alcuna autorizzazione, aveva portato all'esterno della scuola un pasto fornito agli utenti del servizio mensa, con l'intento di contestarne la qualità. Sull'episodio si sono espressi il consigliere comunale Alberto Milo e la Dirigente del 1° Circolo Didattico di Angri, la professoressa Maddalena Pellegrini.

“L'episodio – ha commentato Milo – rappresenta l'ennesimo tentativo di alzare un altro polverone sul servizio mensa. La strumentalizzazione che si continua a provare in questo ambito, a discapito della serenità dei genitori, è qualcosa di scandaloso. Nessun servizio comunale è controllato in maniera così stringente quanto quello della mensa. Grazie anche al contributo dei genitori, attivamente coinvolti nella Commissione Mensa, siamo sempre stati in grado di monitorare i livelli di qualità dei pasti. Tutte le anomalie sono state sempre contestate e risolte in tempi brevi, e i genitori sono stati costantemente informati sullo stato del servizio, anche attraverso l'affissione dei verbali di controllo. Non dico che il servizio sia perfetto, sicuramente può essere migliorato, ma faccio notare che questa amministrazione è stata la prima a non utilizzare come criterio di selezione della ditta il prezzo più basso. E anche su questo si è cercato di speculare. Parlando con i genitori, riscontro una soddisfazione elevata per la mensa scolastica, e una piena fiducia nell'attività di controllo del Comune. Purtroppo pochissime persone, sempre le stesse tra l'altro, vogliono creare un clima di paura per fini politici. E questo è inaccettabile”.

“Il servizio nel suo complesso è buono – ha dichiarato la preside del 1° Circolo – Sia i bambini, sia i genitori, sia i circa 100 docenti che utilizzano la mensa sono concordi nel giudicare in maniera positiva i pasti serviti. Certo, abbiamo tutti il dovere di rendere il servizio sempre migliore, per il bene dei bambini. Sono loro il mio unico punto di riferimento, in quanto a me non interessano le polemiche politiche e le strumentalizzazioni di chi crea allarmismi ingiustificati. Posso assicurare che mai alcun bambino si è sentito male dopo aver assunto pasti, e nemmeno ho mai ricevuto lamentele da gruppi di genitori. È capitato, come nel caso di una bottiglia d'acqua o di un'etichetta, che si siano fatte esagerazioni. Ma siamo nel campo di quegli atteggiamenti che dimostrano che ogni scusa è buona per fare polemica. Io chiedo a tutti di lasciare l'ambiente scolastico sereno, nell'interesse dei bambini. E credo che in un momento di grave crisi economica, assicurare il servizio mensa sia una vera vittoria per Angri e per la comunità scolastica”. (fonte Comunicato stampa)