Pagani. Si insedia Tramonti, il nuovo commissario

«Sono arrivata a Pagani con la consapevolezza che c'è molto da fare, lavoreremo per fronteggiare al meglio le questioni ancora irrisolte». Sono le prime parole di Gabriella Tramonti, neo presidente della commissione straordinaria che regge le sorti del Comune sciolto per infiltrazioni malavitose. La funzionaria ministeriale, da ieri mattina, ha preso il posto lasciato libero dal prefetto Michele Mazza che, per motivi di salute, ha lasciato l'incarico undici mesi dopo il suo insediamento. Gabriella Tramonti, ieri poco prima delle 13, ha varcato la soglia di palazzo San Carlo per unirsi ai commissari Laura Cassio e Francesco Scigliuzzo. Ai cronisti che l'attendevano dinanzi all'ingresso della casa comunale, la funzionaria ha annunciato che il suo unico obiettivo sarà quello di «lavorare per il bene dell’intera collettività».

Gabriella Tramonti è arrivata al Comune in compagnia del suo predecessore Michele Mazza. «Il prefetto Mazza mi ha già illustrato alcune problematiche e mi ha parlato delle criticità da affrontare -ha detto la neo presidente della commissione-. Per quanto concerne le difficoltà di ordine economico-finanziario, sono molti gli Enti che hanno problemi di questo tipo e a Pagani è stato già avviato un percorso per far fronte alle questioni finanziarie». Per quanto concerne, invece, la possibilità di un ritorno alle urne già nel prossimo autunno, subito dopo la scandenza del commissariamento, Gabriella Tramonti è stata laconica: «Si potrebbe anche votare a ottobre, a meno che non sia necessaria una proroga. E' ancora presto per pronunciarsi». Non si esclude, quindi, che il commissariamento possa essere prorogato per altri sei mesi facendo cosi slittare le elezioni nella primavera del 2014. Tramonti, ex commissario prefettizio di Marano ed ex capo di gabinetto della prefettura di Napoli e Firenze, prima di giungere a Pagani ha rivestito altri prestigiosi incariche che attestano il suo alto spessore professionale.
Tiziana Zurro