Angri. Campioni di matematica in campo

E’ pronta per andare in scena la seconda edizione della “Coppa dei Campioni di Matematica – Città di Angri”. Iniziativa promossa da Pasquale Annarumma (foto). La competizione interesserà le tre scuole medie di Angri e si svolgerà nei mesi di aprile e maggio 2013 coinvolgendo i ragazzi di I, II e III. La prima sessione è fissata per i giorni 9, 10 e 11 aprile 2013. In particolare, la gara contempla una serie di prove di matematica formulate dai professori del liceo “Don Carlo La Mura” che verranno sottoposte agli alunni partecipanti in diverse giornate. Si comincerà con gli studenti di terza media per poi arrivare a quelli di prima. Le prove saranno corrette e valutate da un'apposita commissione.

“Sulla scia del grande successo riscontrato lo scorso anno, era doveroso riproporre questa esperienza – ha dichiarato il consigliere comunale Pasquale Annarumma, ideatore e organizzatore del progetto – Nelle nostre scuole abbiamo ragazzi con grandi potenzialità che meritano di avere l’occasione giusta per esprimerle al meglio. Mi sono fatto promotore di questa idea perché credo nelle capacità dei nostri giovani”. “Vogliamo infondere nei nostri studenti un senso di sana competizione – ha continuato il consigliere comunale Marco De Simone – Affrontare nuovi stimoli è il modo migliore per maturare caratterialmente e culturalmente, ed è questo il motivo principale per cui invogliamo gli studenti a mettersi alla prova partecipando a questo torneo”.

“Quando l’Amministrazione Comunale mi ha sottoposto l’idea di una gara di matematica ho subito intravisto le grandi potenzialità di questo progetto – ha dichiarato il Preside Toriello – La scuola diventa così non solo struttura educativa, anche mezzo di aggregazione giovanile. Il Liceo metterà a disposizione tutti i mezzi necessari per la buona riuscita della gara”. Dello stesso avviso il Sindaco Mauri che si è così espresso: “La sinergia tra due istituzioni importanti quali il Comune e la Scuola genera progetti e attività di altissimo spessore. Vogliamo offrire ai giovani studenti l'opportunità di mettersi in gioco e di confrontarsi con concorrenti appartenenti alle altre scuole medie in prove più stimolanti rispetto a quelle svolte generalmente in classe. Crediamo molto nei giovani della nostra città e siamo sicuri che sarà un torneo appassionante e soprattutto educativo che favorirà la socializzazione, il gioco e la sana competizione”.