Angri. Sequestrata area industriale per inquinamento

Problemi per i vertici di AgroInvest. L’Arpac e la Polizia Locale hanno posto i sigilli alle zone agricole nelle adiacenze dell’area Pip di Taurana progettata proprio dalla società di Viale Michelangelo. Una circostanziata denuncia è stata fatta presso la stazione dei carabinieri coordinata dal maresciallo Valcaccia ed indirizzata anche alla Procura della Repubblica da tre agricoltori del posto che hanno attenzionato anche i caschi bianchi guidati dalla maggiore Anna Galasso e coadiuvata dal capitano Rosario Cascone.

I terreni dei tre agricoltori si trovano infatti proprio nei pressi del Pip di Taurana, ovvero nella seconda traversa Taurano. Stando all’esposto presentato dai cittadini qualche giorno fa, la causa dei continui allagamenti di questi fondi agricoli è da imputare ad alcune vasche di contenimento delle acque, ancora sotto il controllo della società AgroInvest. Infatti, secondo i querelanti, le acque raccolte e contenute nelle vasche vengono canalizzate abusivamente. Sulle reposnabilità c'è da dire che la società avrebbe soltanto un ruolo marginale, visto che la manutenzione della vasca è affidata ad una ditta specializzata che avrebbe dovuto prevenire il fenomeno.