Angri. Statale 268 verso la completa realizzazione?

Strada Statale 268 del Vesuvio. Sono imminenti i lavori completamento e di costruzione del III tronco del tratto terminale della strada compreso lo svincolo di Angri localizzato in Via Paludicella. Il progetto di realizzazione, rientra nell’asse di riferimento 4 – Accessibilità e trasporti del POR FESR 2007/2013, e consiste nella realizzazione dello svincolo della S.S. 268 del Vesuvio in località Angri in modo da completarne il tratto già in esercizio, tra Napoli (Ponticelli) e Scafati e ridefinendo e ottimizzando anche la viabilità nazionale con quella autostradale. L’intervento va a completare la realizzazione della S.S. 268 del Vesuvio, il cui II lotto è attualmente in ampliamento con il finanziamento della Anas SpA.

In particolare, lo svincolo in progetto si articola in un razionale complesso di rampe e viabilità unidirezionali, che consente tutte le manovre possibili in sicurezza e fluidità. Il Grande Progetto si divide in quattro sotto elementi: lo svincolo per Angri – Salerno; il piazzale del casello di pedaggio per l’autostrada A3 Napoli – Pompei – Salerno, che dovrebbe portare alla definitiva chiusura di quello storico di Via dei Goti, oggi altamente automatizzato; lo svincolo per l’autostrada Napoli – Salerno; lo svincolo per la S.S. 18, sia in direzione Angri sia in direzione dei paesi vesuviani. Secondo i tecnici e gli ingeneri dell’Anas che hanno in mano il Grande Progetto, i principali benefici derivanti dalla realizzazione la riduzione dei tempi di percorrenza, dei consumi di carburante e del livello di inquinamento nell’area considerata; la riduzione del tasso di incidentalità nell’area considerata.

Il Grande Progetto contribuisce al raggiungimento dell’Obiettivo Specifico “Mobilità sostenibile” migliorando le esigenze di mobilità in aree sensibili, infatti, così come richiesto dall’Obiettivo Operativo “Sicurezza stradale” punta ad integrare, potenziare e mettere in sicurezza un’infrastruttura, la S.S. 268 del Vesuvio, che rappresenta un’arteria fondamentale per la mobilità dell’area vesuviana per tre fondamentali motivi: in caso di emergenza dovuta al riattivarsi dell’attività vulcanica del Vesuvio, la S.S. 268 deve assolvere al compito di via di fuga, così come previsto nel piano di evacuazione della Protezione Civile, e ciò è possibile solo se verrà realizzato lo svincolo ad Angri; la strada, ad oggi, risulta di per sé pericolosa non innestandosi sulla rete stradale esistente; la strada statale attraversa un territorio che conta circa 340.000 abitanti con specifiche esigenze di mobilità che, oggi, vengono in parte assolte dall’A3 con conseguenti fenomeni di congestione lungo questa arteria costiera e importanti ricadute in termini di inquinamento atmosferico.

L’intervento in questione è complementare con gli altri investimenti nel settore dei trasporti finalizzati alla creazione di un sistema di trasporto integrato e interconnesso: in particolare, esso risulta funzionale al completamento di investimenti avviati nella programmazione 2000 – 2006. La realizzazione del III lotto rientra nel finanziamento da 53,4 milioni di euro finanziati dal fondo europeo. “ Il Grande Progetto è, inoltre, sinergico con le politiche volte a migliorare l’accessibilità dei cittadini ai servizi pubblici e a promuovere la competitività dei sistemi produttivi locali”.
Luciano Verdoliva