Nocera Superiore. Scelta assessori. Montalbano come Grillo

Il sindaco di Nocera Superiore Gaetano Montalbano cerca i suoi futuri assessori via internet. Dopo aver aderito a Fratelli d'Italia, ricucendo lo strappo con l'ex presidente della Provincia Edmondo Cirielli, il primo cittadino si prepara a varare un esecutivo tecnico. Per selezionare gli uomini e le donne che lo affiancheranno nell'ultimo scorcio della legislatura, Montalbano ha deciso di valutare i curricula che gli saranno inviati dagli aspiranti assessori al suo indirizzo di posta elettronica: gaetanomontalbano09@libero.it.

«La partecipazione alla vita della propria comunità, e alla democrazia, vuole essere un primo segnale di grande apertura e di cambiamento», ha dichiarato il primo cittadino che si prepara a pubblicare nelle prossime ore anche il suo programma di fine mandato. L'elenco dei progetti che l'amministrazione intende realizzare saranno resi noti, infatti, sul social network facebook. Montalbano sembra intenzionato a seguire la strada scelta dai grillini e sfrutta i nuovi canali della comunicazione per confrontarsi in maniera diretta con i suoi concittadini.«Bisogna mettere in opera dei meccanismi efficienti per offrire informazioni dirette, che non vengano strumentalizzate e distorte -evidenzia-. Internet e i social network saranno i miei nuovi strumenti di comunicazione».

Proprio dal suo profilo il sindaco ieri ha lanciato anche un'altra iniziativa improntata alla partecipazione e alla trasparenza. Montalbano ha deciso, infatti, di avviare un concorso di idee destinato ai professionisti del territorio per la cantierizzazione di 18 opere pubbliche. «Si tratta -spiega Montalbano- di un concorso di idee per progetti definitivi da mandare in gara per tutte le opere pubbliche che interessano il territorio comunale. I cittadini, inoltre, avranno la possibilità di esprimere il proprio gradimento rispetto ai progetti preliminari di ogni singola opera. Altro punto cardine per questo nuovo inizio sarà l'utilizzo della "Green Economy" per tutte le opere pubbliche».
Tiziana Zurro