Scafati. Rapina al centro scommesse, bottino da 40mila euro

Rapina al centro scommesse “Strike” di Via Dante Alighieri. Un rapinatore ‘solitario’ ha sottratto alle casse della sala giochi circa 40mila euro. Il fatto è avvenuto verso le 20.45 di martedì sera quando un giovane col volto nascosto da sciarpa e cappello ha avvicinato i due impiegati dello Strike. I due dipendenti , un uomo ed una donna, sono stati sorpresi dall’uomo durante la chiusura serale. Avrebbe detto di dovere consegnare dei fiori , poi sinceratosi che i due erano i dipendenti del centro armato di una pistola li ha minacciati, facendoli rientrare nel centro scommesse.

Gli impiegati, sotto minaccia, hanno svuotato le casse ed hanno consegnato il contante all’uomo che in pochissimi istanti si dileguato. I proventi, frutto del bottino, sarebbero dai 30 ai 40mila euro circa. Il giovane rapinatore si è dato alla fuga indisturbato in sella ad una moto scura senza targa. I dipendenti, subita la rapina, hanno contattato il titolare del centro Strike di Via Dante Alighieri. Insieme hanno denunciato l’accaduto alla locale tenenza dei carabinieri di Scafati, che coordinati dal tenente Saverio Cappelluti dovranno risalire all’identità dell’uomo, irriconoscibile secondo le vittime. L’episodio di martedì sera si aggiunge ad una serie di colpi criminali che stanno terrorizzando tutte le attività commerciali del territorio scafatese, soprattutto in periferia.