Pagani. Rifiuti. Il sollecito dei sindacati

«Il Comune di Pagani paghi al consorzio di bacino Salerno 1 l'intera commessa pari a 380 mila euro mensili». Questo l'appello lanciato dalla Uil Traporti alla triade commissariale. Il sindacalista Marcello Marra, in una nota indirizzata ai commissari straordinai Gabiella Tramonti, Laura Cassio e Francesco Scigliuzzo, al prefetto di Salerno e al consorzio di bacino, rinnova la richiesta di incontro già formulata il 22 aprile scorso e denuncia le ataviche carenze che si registrano presso il cantiere di via filettine. Oltre a chiedere ai vertici di palazzo San Carlo di versare l'intero canone pari a 380 mila euro mensili a fronte dei 250 mila euro attualmente garantiti, la Uil Trasporti chiede ai commissari «di far fronte ai debiti pregressi maturati nei confronti del consorzio, affinché l'ente consortile possa garantire il regolare pagamento degli stipendi e la manutenzione dei mezzi. Lavoratori e sindacati già più volte in passato hanno segnalato le carenze che si registrano sul fronte della sicurezza presso il cantiere di Pagani.

Conncetivia voucher 2,5

«Gli automezzi sono obosoleti, i lavoratori non hanno a disposizione la massa vestiaria adeguata -ricrda Marcello Marra, che punta i riflettori anche sul triste fenomeno degli sversamenti abusivi di rifiuti e invoca maggiori controlli. «E' intollerabile che a Pagani non vengano garantiti controlli adeguati atti ad arginare gli sversamenti indiscriminati dei rifiuti -va avanti la nota-. Bisgona sanzionare quanti non rispettano il calendario della raccolta differenziata e quanti sversano abusivamente i rifiuti sul territorio. Questi fenomeni arrecano danni erariali al Comune, costretto a far fronte a costi di smaltimento e servizi aggiuntivi che, poi, si ripercuotono sulle tasche dei cittadini».
Tiziana Zurro