Pagani. Rifiuti. Una task force contro gli sversamenti

Entrano in azione a Pagani gli 007 anti-rifiuti. Per far fronte al netto calo che si registra sul fronte della differenziata e porre un freno il proliferare di cumuli in alcune zone della città il Comune passa alla linea dura. Ieri mattina, gli agenti della polizia locale hanno messo a segno controlli mirati nella "Zona 2" e hanno sanzionato due cittadini, rei di aver sversato materiale indifferenziato in barba al calendario dei conferimenti.

Conncetivia voucher 2,5

I caschi bianchi del capitano Prudente e il maresciallo Alfedo Amendola, in forze al settore ambiente del Comune e deputato al controllo delle attività svolte sul fronte della raccolta e lo smaltimento dei rifiuti, hanno focalizzato la loro attenzione su via Criscuolo, arteria del centro storico, e via Trotta la stradina che costeggia la villa Comunale. Sull'asfalto e sui marciapiedi erano presenti alcuni sacchetti contenenti secco indifferenziato, mentre, ieri mattina, gli operatori del Consorzio di bacino Salerno 1 erano impegnati nella raccolta dell'umido.

I vigili urbani hanno così aperto alcune buste e analizzando il materiale contenuto nei sacchetti sono riusciti a identificare gli autori degli sversamenti indiscriminati. Le due persone individuate dovranno pagare una salata multa da 250 euro. I controlli proseguiranno anche nei prossimi giorni e toccheranno tutte le zone della città. Purtroppo, negli ultimi mesi la raccolta differenziata ha subìto un brusco stop; la percentuale che in passato aveva sfiorato il 40% ora è scesa al 20% e il Comune intende correre ai ripari. Il netto calo è dovuto non solo alle continue emergenze rifiuti ma anche alle troppe distrazioni dei cittadini che, sfortunatamente non seguono alla lettere le disposizioni dettate dal calendario della differenziata e che, talvolta, lasciano lungo le strade anche rifiuti ingombranti.

Da non trascurare anche l'arrivo sul territorio di "inquinatori" esterni, cittadini che giungono dai centri limitrofi e che abbandonano soprattutto nelle zone periferiche immondizia di ogni genere e finanche rifiuti speciali. Alcune strade della città di Pagani, in particolare via Leopardi la strada che corre alle spalle del cimitero, via Nassirya e una parte di via Mangioni, si sono formate in vere e proprie discariche a cielo aperto dove si notano anche rifiuti provenienti da diverse aziende, in particolare tappezzerie e carrozzerie.
Tiziana Zurro