Sarno. Centro sinistra compatto verso il voto 2014

Domenico ManzoGrandi manovre del centro sinistra per cercare di riconquistare il comune dopo ben dieci anni. Il Pd cittadino si fa promotore dell’iniziativa per arrivare al voto, per le prossime elezioni amministrative del 2014, attraverso le primarie di coalizione. Con questo spirito tutte le forze di centro sinistra si sono incontrate venerdì scorso su iniziativa del partito democratico locale. Un vero e proprio briefing tra le forze che si riconoscono nel centrosinistra: partiti, movimenti e associazioni presenti sul territorio per fare delle scelte responsabili e univoche in vista delle prossime amministrative.

Conncetivia voucher 2,5

La riunione, tenutasi venerdì nella sede del Pd, in via Fabbricatore, sono intervenuti Sel, Rete Libera, Libera Azione, Nuova Officina, Brancosolidale, Fidem. Tutti d’accordo per mettere da parte i personalismi e far prevalere il senso di responsabilità per il bene della città, questo è l’obiettivo del partito democratico, non disperdere le forze per il bene comune. Soddisfatto dell’incontro il segretario del Pd locale Domenico Manzo. Il Pd, preme per un discorso unitario per evitare dispersione, ma in particolare dare vita alle primarie di coalizione entro l’anno per la scelta del candidato sindaco. Il segretario Manzo si augura che tutte le forze riescono a convergere su un solo nome e che, addirittura, possano evitare le primarie.

Nuovo appuntamento per il 27 giugno prossimo al green bar, in via Matteotti, per parlare del programma preparato dal Pd per le prossime elezioni: dieci punti programmatici da proporre alla città, alle prossime elezioni. Il programma tiene conto dei giovani, della solidarietà, delle fasce deboli, della viabilità, del centro storico, sicurezza, un programma che guarda al rilancio della città a trecentosessanta gradi. La data indicativa per le primarie è il 27 ottobre, mentre dal 1 al 30 settembre si possono presentare le candidature. Infine, per chi si candida alle primarie e perde avrà prelazione a candidarsi come consigliere e, quindi, impegnarsi per la campagna elettorale in prima persona.