San Marzano sul Sarno. 23enne gambizzato nei pressi della rotonda

Giallo sul ferimento di M.R. il 23enne paganese arrivato all’ospedale di Nocera Inferiore poco dopo mezzanotte con una ferita di pistola alla gamba sinistra accompagnato da un amico. Il giovane sarebbe stato gambizzato nei pressi di un bar della rotonda di San Marzano dove pare si fosse recato per giocare ai videogiochi. Difficile la ricostruzione dei carabinieri del reparto Territoriale di Nocera Inferiore chi indagano sull’episodio, anche perché il 23enne che ha a suo carico diverse segnalazioni di polizia per reati contro il patrimonio e per stupefacenti, in un primo momento ha tentato di depistare gli inquirenti fornendo delle indicazioni fasulle sul luogo del ferimento.

La sua ferita, al polpaccio della gamba sinistra, non destava preoccupazione ma aveva perso molto sangue. Dopo essere stato medicato, il giovane è stato interrogato dai carabinieri che hanno ricostruito quanto era possibile l’episodio del ferimento. Il giovane ha sostenuto di essersi recato con degli amici in un locale di Castellammare di Stabia, e di essere stato colpito mentre parcheggiava l’auto. Ma questa versione non ha convinto, fin da subito, i militari e messo di fronte alle incongruenze della sua ricostruzione, il 23enne ha raccontato quello che dovrebbe essere accaduto sabato sera. A bordo della sua auto si era recato a San Marzano, in un bar nei pressi della rotonda, voleva giocare ai videogiochi e quindi aveva lasciato Pagani per recarsi a qualche chilometro di distanza per quell’ultimo sfizio del sabato sera. Giunto al bar, M.R. ha dichiarato di essere sceso dall’auto, dietro di lui, una persona – robusta – ha esploso due colpi di pistola, uno lo ha raggiunto al polpaccio sinistro.

Poi, secondo quanto ha raccontato la vittima, l’attentatore è salito su un’auto scura e si è dileguato. A quel punto, M.R. salito nella sua auto ha raggiunto Pagani, a qualche chilometro di distanza da dove è accaduto l’episodio. Lì avrebbe chiesto aiuto ad un amico di farsi accompagnare in ospedale all’Umberto I. I carabinieri del reparto Territoriale di Nocera Inferiore hanno subito avviato le prime indagini per verificare – innanzitutto – la versione della vittima. Tracce di sangue sono state trovate nella vettura del ragazzo e sul luogo dove sarebbe avvenuta la gambizzazione a San Marzano sul Sarno. Resta da capire il movente dell’attentato ai suoi danni.