Angri. Inquinamento Canale San Tommaso sono quattro i tubi di scarico

Sono ben quattro i tubi che producono l’inquinamento e i miasmi del Canale San Tommaso, avvertibili fino a Scafati. In una video denuncia si vedono chiaramente quattro tubi di scarico presenti sul territorio angrese che sversano,nelle varie ore del giorno, e soprattutto della notte, liquami fognari provenienti dalla zona Nord del paese, quella a ridosso di Via Nazionale. Una situazione diventata oltreché irrespirabile anche insostenibile sopratutto per gli abitanti di Contrada Cappelle a Scafati, che da oltre un anno stanno segnalando gli abusi fognari prodotti dal comune di Angri. Una situazione persistente che l’amministrazione comunale angrese non riesce ad affrontare e a risolvere a monte.

Pare che fin’ora i vari incontri in regione non abbiano prodotto significative conseguenze atte a tutelare la salute e l’ambiente. Una questione al limite dell’incidente diplomatico tra le due amministrazioni comunali: quella di Scafati e quella di Angri. Spesso il canale incriminato si colora di rosso, evidente segno che a sversare non è solo la rete fognaria cittadina ma anche le industrie che si servono del rivo angrese. E’ soprattutto il comune di Scafati ora a chiedere a gran voce un intervento deciso e risolutore all’ASL , all’ARPAC e alle competenti autorità che detengono il monitoraggio ambientale del rivo. Un tratto d’acqua, che per circa due chilometri, che sta creando seri problemi di salute per gli abitanti di Via Palmentello ad Angri e nelle zone periferiche della cittadina scafatese, soprattutto in Contrada Cappelle.

Problemi di salute spesso gravi certificati dai sanitari e dagli specialisti. I residenti delle zone interessate dall’attraversamento del rivo sono pronte ad eclatanti azioni, anche sotto le finestre del Comune di Angri, affinché si faccia completamente chiarezza e si dica effettivamente la verità sull’inquinamento del percorso d’acqua che bagna le periferie di Angri e Scafati. Sono esasperati i residenti di via Palmentello, via Salice e Contrada Cappelle a Scafati. Sugli scudi il consigliere comunale di Scafati Mimmo Casciello pronto a dare battaglia al sindaco Mauri affinché possa trovare una giusta soluzione all’ennesima emergenza ambientale angrese che non trova soluzione.
Luciano Verdoliva

Agro24Spot