Nocera Inferiore. E’ polemica sulle rastrelliere per le bici

«Le dieci rastrelliere sistemate lungo alcuni punti strategici della città di Nocera Inferiore sono state installate in maniera opinabile e potrebbero rappresentare un pericolo per i pedoni». La denuncia arriva dal consigliere comunale del Pd Massimo Petrosino, che plaude all’iniziativa, ma chiede all’amministrazione del sindaco Manlio Torquato di sistemare in maniera adeguata le rastrelliere a disposizione degli amanti della bicicletta, che sono state poste in luoghi dove possono creare intralcio ai passanti. «Ringrazio sinceramente i titolari della Vic Bike, che hanno donato questi dispositivi per la sosta, ma a mio avviso chi si è occupato dell’installazione ha agito in maniera approssimativa –dichiara Petrosino-. Una delle rastrelliere è stata in piazza del Corso, in un angolo cieco, vicino alle campane della differenziata e crea non poche difficoltà ai cittadini. Mi chiedo: chi si è interessato della sistemazione sarebbe contento se mentre viaggia in auto all'ingresso di una curva si trovasse dinanzi a un ostacolo?». L’esponente del Pd chiede, quindi, all’amministrazione comunale e, in particolare all’assessore Andrea Vagito di attivarsi affinché si provveda a sistemare in maniera adeguata le rastrelliere.

Conncetivia voucher 2,5

«Basterebbe prendere esempio dalle altre città per evitare di commettere errori –puntualizza il democratico-. L’assessore Andrea Vagito, piuttosto che pavoneggiarsi, si dovrebbe preoccupare di come vengono sistemati i dispositivi. Purtroppo, sono costretto a evidenziare ancora una volta il pressapochismo di questa amministrazione, ormai chiaro anche alla cittadinanza». Ma Petrosino non è l’unico a far sentire la sua voce. Dopo l’installazione delle dieci rastrelliere, posizionate in piazza Diaz, piazza del Corso, via Matteotti, via Libroia, via Siciliano, piazza Trieste e Trento, Via Cicalesi, Via Falcone e presso l’ingresso del Cimitero, anche la Vic Bike, la società che ha donato i dispositivi, ha espresso il suo rammarico. «Nel nostro piccolo, abbiamo cercato di dare un servizio alla comunità gratuitamente, coinvolgendo gli amici amministratori in questo cammino e questo è il risultato: è una vergogna!», scrivono i titolari della Vic Bike commentando una foto che ritrae la rastrelliera di piazza Diaz. Subito dopo la sistemazione delle strutture, in molti sul social network hanno criticato il metodo con cui si è proceduto all’installazione. Secondo molti nocerini, c’è il rischio che il Comune possa essere chiamato a risarcire quanti purtroppo inciamperanno nelle rastrelliere. Circostanza che arrecherebbe danno economico a un Ente, la cui situazione economico finanziaria è tutt’altro che rosea.
Tiziana Zurro