Agro Nocerino Sarnese. Intenso week end di attività per i Carabinieri

Intenso lavoro nel fine settimana per i militari del reparto territoriale di Nocera Inferiore. Nella notte tra sabato e domenica infatti si sono dovuti lanciare all’inseguimento di una fiat 500 ultima versione che stava giungendo a tutta velocità da Salerno, ove era stata segnalata come rubata. I militari della sezione radiomobile hanno intercettato i ladri all’altezza della barriere di Nocera Inferiore ma i malviventi di tutta risposta hanno accelerato ed hanno cercato di fuggire in direzione Napoli. La vettura militare dopo alcuni chilometri ad alta velocità è riuscita a fare fermare a margine della strada i due ladri che si trovavano a bordo della stessa ma questi, non contenti, in un ultimo tentativo di fuga sono scesi di corsa e, dopo aver saltato il guardrail, si sono gettati nei campi vicini. Per uno di loro la fuga è durata poco perché è stato subito raggiunto e fermato nonostante scalciasse e si dimenasse per sfuggire alla presa dei militari. Il giovane, L.F. 1985, residente a Scafati, non è riuscito a scappare ed ha rimediato solo l’imputazione per resistenza oltre che per furto aggravato. Il complice invece e’ stato, per il momento, più fortunato ed è riuscito ad approfittare della vegetazione e dell’oscurità. Sono però in corso le indagini per giungere alla sua completa identificazione.

Nella serata di ieri invece un uomo di Nocera Inferiore, R.M. 1955, ha fatto un lungo giro di esercizi pubblici consumando alcolici con una amica di origine lituane poco più che trentenne. Al termine della serata, nel corso della quale avevano già litigato, complice evidentemente l’alcool, l’uomo ha insistentemente chiesto un rapporto sessuale alla donna ottenendo solo un netto rifiuto. L’uomo è andato su tute le furie, colpendo la donna con calci e pugni sia dentro la propria abitazione sia, alla fuga della malcapitata, anche in strada. Nella concitazione la donna è anche caduta a terra riportando una ferita lacero contusa guaribile in pochi giorni . Dopo essersi fatta medicare la donna ha denunciato l’accaduto ai militari dell’arma che, al termine delle indagini hanno rintracciato e tratto in arresto l’uomo che dovrà rispondere di violenza privata, lesioni ed anche rapina perché aveva strappato di mano, trattenendola per sé, la borsetta della donna nel tentativo di impedirle di scappare dalla sua abitazione. L’uomo è stato portato al carcere di Salerno.

Infine A.B. 1980 di Sarno, è stato arrestato nel corso della nottata per la nota truffa “dello specchietto”. L’uomo, non nuovo a cose simili, ha finto infatti in Nocera Superiore l’urto tra la sua vettura e quella della vittima designata, reclamando poi l’immediato risarcimento del danno. La vittima, non particolarmente convinta, ha ceduto ma solo dopo che A.B., evidentemente premuroso di portare a termine il raggiro, è passato anche a minacciare l’altro guidatore, ottenendone infine 50 euro di “risarcimento”. La vittima ha avuto l’accortezza di segnarsi modello e numero di targa del veicolo utilizzato per compiere il reato, elemento che ha permesso ai militari di risalire infine al malvivente, tratto in arresto per truffa ed estorsione, e per le minacce proferite. L’uomo sarà processato per direttissima.