Angri. La Polizia Locale cerca fondi regionali

Con delibera n. 179 del 2.7.2013 la Giunta comunale cittadina, su proposta del responsabile della Polizia Locale, la Maggiore Anna Galasso, ha aderito al bando regionale che prevede l’individuazione di interventi in materia di sicurezza stradale, da cofinanziare con le risorse previste dal IV e V programma d’attuazione del piano nazionale della sicurezza stradale. L’articolata proposta presentata dal Comune di Angri prevede, infatti, interventi di tipo strutturale per la messa in sicurezza di alcune strade cittadine da sempre croce e delizia di automobilisti e amministratori, ma anche interventi di tipo formativo rivolto ai funzionari amministrativi e tecnici e la creazione di un ufficio per la sicurezza e monitoraggio stradale.

La spesa complessiva del progetto ammonta a 600mila euro di cui il 50 per cento finanziato con fondi regionali e l’altra parte a carico del Comune di Angri. Il Rup, ovvero il responsabile unico del procedimento è l’ingegnere Benedetto D’Ambrosio, dell’Unità operativa complessa Lavori Pubblici. Proprio sul versante che riguarda la Polizia Locale, nonostante la ripetuta emergenza di organico, aggravata anche dalle ferie “obbligate” degli agenti e ufficiali del Corpo di Via Michelangelo, sono del tutto lusinghieri i risultati del primo semestre del 2013 ottenuti dal comando. Proprio questo trend esponenziale ha convinto il primo cittadino Pasquale Mauri a puntare decisamente sul Maggiore Galasso, considerato anche la sua decisa integrazione, a distanza di due anni, nel tessuto sociale e cittadino diventando ben presto un punto di riferimento, non solo per l’intero comando, ma anche per molti cittadini, che quotidianamente, si rivolgono con rinnovata fiducia ai caschi bianchi, speso impegnati anche in azioni congiunte con le altre forse dell’ordine presenti sul territorio cittadino.

Prezioso il contributo dato dalla locale Protezione Civile, vero supporto per la decina di unità che aspetta di essere affiancata da personale a tempo determinato così come invocato a gran voce dall’ufficiale di comando che ora attende risposte concrete e precise anche dall’assessore delegato alla Polizia Locale, l’avvocato Daniele Selvino (foto), ultimo nominato nell’esecutivo Mauri. Proprio dall’assessore Selvino di attende un slancio che possa, ridare fiato ad un drappello in debita crisi di personale da impiegare sul vasto territorio cittadino.
Luciano Verdoliva