Pagani. Le fiamme gialle sequestrano un centro scommesse illegale

Nell’ambito delle iniziative programmate dal Comando Provinciale di Salerno a presidio della legalità e a contrasto del dilagante fenomeno delle scommesse clandestine e del gioco d’azzardo, i baschi verdi della Compagnia di Scafati hanno sottoposto a sequestro un punto scommesse illegale di Pagani, denunciando a piede libero il gestore dell’attività. L'agenzia – censita come sala giochi – era destinata, invece, alla raccolta e accettazione di scommesse su eventi sportivi per conto di un allibratore estero con sede in Austria, non autorizzato all’esercizio di tale attività sul territorio italiano e l’accettazione, raccolta e gestione delle scommesse veniva attuata dal titolare in assenza di qualsivoglia autorizzazione amministrativa e di pubblica sicurezza.

L’attività ispettiva ha portato al sequestro del punto scommesse e di tutta la strumentazione necessaria allo svolgimento dell’attività illecita, consistente in sette postazioni personal computer (utilizzate per l’accettazione delle scommesse), 2 monitor, 6 televisori, 4 stampanti, arredi vari, documentazione varia, nonché la somma di euro 40, frutto dell’illecita attività. La titolare dell’attività commerciale – una cittadina italiana di ventotto anni – è stata segnalata all’Autorità Giudiziaria per l’abusiva raccolta delle scommesse su eventi sportivi, di cui all’art. 4 della legge n. 401/1989, nonché per l’assenza della necessaria concessione (rilasciata dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli) e delle autorizzazioni di pubblica sicurezza della Questura. L’attività di servizio si inquadra nel costante presidio esercitato dal Corpo sul territorio a salvaguardia delle leggi vigenti, ed è finalizzata a contrastare il fenomeno della raccolta di scommesse abusive su eventi sportivi che, inevitabilmente, origina danni economici agli operatori del settore regolarmente autorizzati.