Pagani. Mancato recapito corrispondenza. L’ira degli utenti

Mancato recapito della posta, cresce il malcontento a Pagani. In alcune zone della città, in particolare, nelle strade periferiche si registrano ritardi nella consegna della corrispondenza che provocano disagi agli utenti. Il disservizio sta rendendo la vita difficile ai residenti di quelle zone da almeno quattro mesi. Spesso cittadini e commercianti si trovano tra le mani bollette già scadute e comunicazioni importanti giunte fuori tempo massimo. Alcuni paganesi hanno rischiato la sospensione della fornitura dell’energia elettrica e il distacco della linea telefonica, in molti hanno dovuto pagare la mora sulle bollette.

Per evitare queste spiacevoli conseguenze, chi può ormai al mattino si reca personalmente presso gli uffici postali per ritirare la propria corrispondenza, ma molti utenti non sono più disposti a tollerare questa incresciosa situazione. Alcuni paganesi hanno inviato missive con alla sede delle Poste di Salerno e di Napoli. Nelle due raccomandate sono stati segnalati i disservizi che stanno generando disagi nella città di Pagani. I firmatari delle lettere hanno invitato i vertici aziendali a mettere in campo iniziative volte a risolvere in via definitiva il problema.

Scende in campo anche il Pd di Pagani che chiede a Poste Italiane di farsi carico delle eventuali sanzioni per ritardato pagamento da parte dei consumatori. Il segretario cittadino del partito democratico mette in luce anche il problema legato al sovraffollamento dei due uffici postali presenti in città. «In questi giorni, si sono registrate lunghe code agli sportelli –ha dichiarato-. In fila non solo molti pensionati in attesa di riscuotere ma anche molte persone giunte per pagare bollette che in alcuni casi erano già scadute».