Scafati. Vodafone installerà la sua antenna in Via Martiri d’Ungheria

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/5/5b/Scafiet.jpg/260px-Scafiet.jpgNon è servita l’ordinanza sindacale con la quale il sindaco di Scafati Pasquale Aliberti sospese i lavori per l’installazione dell’antenna Vodafone nella Circumvesuviana. Una sospensione per motivi di ordine pubblico viste le marcate proteste dei cittadini della zona Dopo il ricorso del gestore anglosassone il Tar ha obbligato il comune a cedere e ad installare l’antenna in Via Martiri d’Ungheria. Per la stessa ‘vicenda antenne’ nella zona di Via della Resistenza Aliberti aveva, in un primo momento, dato l’ok alla Vodafone di installare l’antenna ma poi quando era scoppiata la rivolta aveva fatto sospendere i lavori.

La società telefonica chiaramente ha opposto resistenza ed ha ottenuto l’annullamento dell’ordinanza sindacale di stop ai lavori firmata in fretta e furia lo scorso 25 settembre 2012. Quando infatti i cittadini avevano visto l’antenna posizionata proprio a ridosso della Circumvesuviana, avevano subito dato vita al comitato “No alle antenne”. Un folto gruppo di cittadini, nel corso dei lavori di installazione, si era riunito per fare un picchetto davanti alla stazione della Circumvesuviana di via Martiri d’Ungheria ed aveva attaccato striscioni contro l’installazione dell’antenna Vodafone Omnitel. I residenti si erano detti pronti ad occupare i binari, bloccare le corse, dare un segnale pacifico, ma eclatante per far sentire la propria voce alle istituzioni. Non è detto che l’ente di Piazza Melchiade possa ricorrere al Consiglio di Stato.