Angri – Scafati. Arrivano i fondi per il Rio San Tommaso e lo Sguazzatoio

Nel quadro degli interventi previsti dopo la firma del protocollo d’intesa “Grande progetto Sarno”, firmato congiuntamente dalla Regione Campania, Autorità di Bacino del Sarno e Arcadis, sono previsti lavori di Sistemazione idraulica canale Angri – San Tommaso. Proprio il San Tommaso da qualche anno è al centro di una vivace polemica tra i comuni di Angri e Scafati, tanto da mobilitare proprio i cittadini scafatesi, molto più sensibili, rispetto ai color vicini, verso la “maleodorante” questione, grazie anche ad una certa profusione politica che manca ad Angri. Gli sversamenti che rendono il rivo praticamente una cloaca, facendo assumere, proprio i questo periodo, al corso d’acqua, un colore rossastro, rendono oltre modo la vita difficile agli abitanti del versante angrese di Via Palmentello e quelli del versante scafatese di località Cappelle.

Sulla questione, su sollecito degli amministratori scafatesi si sta muovendo la Regione Campania che, eludendo dai fondi FESR ha stanziato 1,990.800 euro, per la parziale bonifica del canale Angri – San Tommaso, ed interesserà la sistemazione idraulica del canale, per una lunghezza di circa 3 km, fino alla confluenza nel canale Marna con un incremento della capacità di convogliamento da 5 a 10 mc/s. L’intervento si caratterizza per una riprofilatura del canale con sistemazione degli attraversamenti esistenti onde conseguire le capacità di convogliamento previste nello schema idraulico generale. Non solo il Canale San Tommaso sarà interessato da interventi, che dovrebbero, almeno teroicamente, alleviare e migliorare la qualità della vita degli abitanti circostanti: stanzianti anche fondi per la “sistemazione idraulica dei canali Sguazzatoio, Fosso dei Bagni e Mannara”.

La sistemazione idraulica dei canali riguarda un’area per una lunghezza complessiva di circa 4 km, fino alla confluenza nel fiume Sarno. L’intervento prevede la realizzazione di una piccola vasca di laminazione con ingombro planimetrico pari a circa 22000 mq e la sistemazione di 1,8 km con riprofilatura dei canali e 3 km con risagomatura e sistemazione degli attraversamenti esistenti onde conseguire le capacità di convogliamento previste nello schema idraulico generale. La Regione Campania, anche in questo caso, non potendo contare sui fondi FESR ha stanziato 3,121.180 euro. Questo intervento è particolarmente atteso dagli abitanti di Via Orta Longa, interessati in maniera continua dagli allagamenti del Rio Sguazzatoio che tracima proprio a ridosso dei confini angresi creando danni e disagi alle colture.
Luciano Verdoliva