Pagani. Verso il voto. Si cercano le larghe intese

Larghe intese, movimenti trasversali, progetti volti ad aggregare anime diverse: sono le parole chiave della classe politica paganese in vista delle elezioni amministrative, previste per la prossima primavera. La crisi dei partiti spinge a mettere da parte le discussioni sui simboli di partito, i papabili candidati preferiscono concentrarsi sulle alleanze che vadano oltre gli schieramenti, lavorare alla creazione di coalizioni ampie che riescano a intercettare il maggior numero di consensi possibili. Storie e percorsi diversi alla ricerca di un punto di incontro per conquistare voti e consensi. Tra i primi a lanciare messaggi agli esponenti politici dello schieramento opposto, ormai diversi mesi fa, il consigliere provinciale Massimo D'Onofrio che aveva inviato segnali al Pd, in particolare alla nuova classe dirigente del partito.

D'Onofrio, ormai lontano dal Pdl, avrebbe già pronte alcune liste civiche e avrebbe già avviato il dialogo con alcuni esponenti dell'associazione "Progetto Comune", con una parte del partito democratico. D'Onofrio potrebbe contare anche sul sostegno di Carlo De Martino, che qualche settimana fa era stato proposto quale candidato sindaco da una parte del Pd. L'ex sindaco facente funzioni Fabio Petrelli, attualmente impegnato alla rinascita in città di Forza Italia, invece, potrebbe stringere l'intesa con un altro tesserato del Pd, il noto medico paganese Giuseppe Riccio. Riccio e Petrelli potrebbero puntare sulla discesa in campo di Pierpaolo Petrelli fratello del fedelissimo dell'ex sindaco Gambino e braccio destro in campo lavorativo di Riccio. Resta un rebus l'attuale collocazione politica dell'ex primo cittadino e consigliere regionale sospeso Alberico Gambino. Alcuni dei suoi più stretti collaboratori, tra i quali Fabio Petrelli e l'ex assessore alle finanze Vincenzo Campitiello, sono schierati nel Pdl e stanno lavorando alla rinascita di Forza Italia, Gambino, dal canto suo, sembra più che mai vicino al deputato di Fratelli d'Italia Edmondo Cirielli.

Anche il consigliere provinciale Salvatore Bottone, che da tempo ha preso le distanze dai suoi colleghi della maggioranza Gambino, sarebbe pronto a scendere in campo con un raggruppamento di centro e avrebbe iniziato a dialogare con ambienti politici del centrosinistra. Si mobilita anche la società civile. Esponenti del mondo dell'associazionismo e alcuni professionisti da qualche tempo si stanno riunendo per dare vita a un nuovo progetto politico capace di affrontare le emergenze che attanagliano la città. Agli incontri partecipano rappresentanti di diverse associazioni attive sul territorio come Riccardo Christian Falcone, portavoce del movimento civico "Impegno per la Città", Luigi Sales, l'ex consigliere comunale paganese e fedelissimo di Isaia Sales Gerardo Cardillo, l'ex assessore della giunta Donato Lella D'Arco e Gianni Ferrillo.

In alcune occasioni si è registrata anche la partecipazione dell’avvocato Alfonso Vuolo e di Giuseppe Greco, quest'ultimo vicino alla Federazione della Sinistra che però avrebbe partecipato a titolo personale e non a nome del partito. Per quanto riguarda i papabili candidati nell'ambito del centrosinistra si parla della possibile discesa in campo dell'ex sindaco Antonio Donato. Potrebbe presto tornare in auge anche il nome di Gerardo Petti, che prima dello scioglimento del consiglio comunale si era proposto. Hanno già annunciato la loro discesa in campo, intanto, Salvatore Fiore che si propone con la civica “La Scelta Giusta” , Pietro Pisacane “Pisacane Sindaco”, Mario Apa “Città Futura” e Carmine De Pascale “Movimento d’Opinione e di Libertà".
Tiziana Zurro