Angri. Varato il bando per l’assegnazione alloggi ERP

L’assessore alla Casa del comune di Angri; il giovane Vincenzo Ferrara, lo scorso 2 agosto ha sottoscritto la delibera numero 244 con la quale si attiva la procedura di assegnazione degli alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica presenti sul territorio cittadino, nel caso individuate tutte nella zona di Via Monte Taccaro dove sono sorti gli edifici con gran parte degli alloggi già assegnati. Lo schema di bando riguarda, nello specifico, i 12 nuclei familiari esclusi dall’assegnazione dei 139 alloggi di edilizia popolare destinati agli ex occupanti dei prefabbricati dei tre fondi: Badia, Rosa Rosa e Caiazzo. Si tratta, in effetti di quella dozzina di nuclei familiari, che al 26.11.2003 risultavano residenti nei prefabbricati leggeri ancora installati sul territorio e che sono stati esclusi dalla graduatoria per l’assegnazione, per la presentazione delle istanze incomplete, per il superamento dei requisiti reddituali o altri motivi strettamente connessi. Con questa delibera la giunta ha “dato atto che è necessario dare completa esecuzione al piano regionale straordinario per l’eliminazione dei prefabbricati, e nel contempo provvedere all’aggiornamento delle graduatorie degli aventi diritto all’accesso all’edilizia residenziale pubblica, mediante la pubblicazione di un nuovo bando per l’assegnazione di alloggi ERP disponibili sul territorio comunale”.

L’amministrazione dopo avere censito gli alloggi ancora disponibili ha sollecitato l’Iacp ad intraprendere un’analoga azione affinché gli interessati possano beneficare della locazione di questi alloggi: “per far fronte alla straordinaria situazione di emergenza creatasi a seguito del completo cedimento delle strutture precarie”. Una situazione supportata anche dalla necessita di recepire le direttive regionali del Piano regionale per lo smaltimento dei prefabbricati ancora persistenti sul territorio e completare l’accesso alle graduatorie degli aventi diritto agli alloggi di Edilizia Pubblica Popolare .

Le domande per la partecipazione al concorso devono essere compilate utilizzando esclusivamente il modulo predisposto dall’ente comune, che potrà essere ritirato, a breve, presso l’ufficio relazioni con il pubblico. Per i requisiti e le modalità di partecipazione, nonché i termini, è possibile consultare anche online sul sito del comune il bando, pubblicato nella sezione dell’albo pretorio. L’amministrazione provvederà all’istruttoria delle domande, che poi verranno trasmesse alla commissione provinciale per l’assegnazione provvisoria. Per la compilazione dell’apposita graduatoria sarà tenuto in considerazione il reddito ISEE relativo all’anno 2012 e non a quello precedente. Gli interessati avranno un tempo di 45 giorni dalla pubblicazione del bando per potere essere inclusi nella specifica graduatoria.
Luciano Verdoliva