Sarno. Verso il voto. Canfora e Crescenzo affilano le armi

Fermento politico a Sarno. A poco più di sette mesi dall’appuntamento elettorale con le amministrative chi sembra avere le idee chiare sulle primarie è il centro sinistra. Il Pd ha ufficialmente avanzato la candidatura dell’ex sindaco di Sarno Giuseppe Canfora sarà uno dei prossimi candidati alla poltrona di sindaco, molto apprezzato nella cittadina dei sarrastri. Per Canfora si tratta, dunque, di un ritorno auspicato da più parti tenendo conto anche della confusione generata dal centro destra che non riesce ancora trovare un candidato leader da proporre all’elettorato. Nel centrodestra locale ogni partito, rispecchiando l’attuale situazione politico – amministrativa, sta usando la propria strategia politica.

L’Udc, che a giorni dovrebbe ufficializzare la candidatura a sindaco di Antonio Crescenzo, con lui dovrebbero andare parte dell’attuale gruppo di Fratelli d’Italia; il Pdl che dopo la frattura con Fratelli d’Italia, sembra scegliere delle proprie strategie, ancora in via definizione, anche se nelle ultime ore voci avallerebbero lo stesso Pdl ad appoggiare la candidatura Crescenzo che resta, dunque, il candidato forte del centro destra. Quello che resta da capire è cosa accadrà all’interno di quel che rimane di Fratelli d’Italia che, come è ben noto, a Sarno sono divisi in diverse correnti. A questo punto quel che resta in sospeso è la corrente appartenente a Sebastiano Odierna (foto), che fino a qualche giorno fa sembrava orientata a candidare il presidente del consiglio Ignazio Ingenito, ipotesi che ora sembrerebbe accantonata. Dunque a quanto sembra le primarie, nel centrodestra non sono auspicabili, anche se il trittico di nomi più autorevoli tra i due poli resta questo.