Calcio. Le scafatesi e la Sarnese rispondono all’Angri

Le cugine di Scafati e la Sarnese rispondo al colpo dell’Angri 1927 presidiando la vetta della classifica. La Virtus Scafatese si aggiudica il big-match di Faiano e si riprende la vetta del girone B del campionato d’Eccellenza contro una delle formazioni più in forma del torneo. Al 18’ l’episodio chiave che cambia le sorti del match: sugli sviluppi di un corner il direttore di gara vede la trattenuta di Buonocore su Marcucci e decreta il penalty. Il centravanti gialloblu dal dischetto mette in rete il quinto sigillo stagionale. La reazione del Faiano si concretizza al 36’ con un’ottima esecuzione su calcio di punizione dal limite del bomber Cibele, la sfera si schianta sulla traversa. Secondo tempo difficile per la capolista. Al 10’ il Faiano va in gol con De Rosa, ma l’arbitro annulla per offside. Alla mezz’ora il pareggio sembra fatto per i padroni di casa: Nunziata coglie a volo l’ occasione e batte Gallo in uscita, ma proprio sulla linea di porta salva Somma. A fine gara in cattedra di nuovo la Virtus colpisce di nuovo al 38’: palla a campanile a ridosso dell’ aria del Faiano, Pisapia ed il portiere compagno di squadra, non si intendono ed allora per Ascione è un gioco da ragazzi depositare la sfera in fondo al sacco.
scafatese
Alla vittoria della Virtus risponde la Pro Scafatese che supera 3-2 il Cicciano e blinda la terza posizione in classifica proprio alle spalle di Virtus Scafatese e Sarnese. Gli uomini di Del Sorbo mandano al tappeto l’avversario in appena 50’, rifilando un tris indiscutibile. Superiorità mai messa in discussione sul quale, però, i padroni di casa si sono adagiati un po’ troppo, consentendo al Cicciano di mettere a segno due reti nel giro di 8 minuti. La cronaca: al 14’ trova il vantaggio con Lucarelli scodella al centro per Lupacchio che calcia di prima intenzione e va in rete. Passano soltanto 4 minuti e arriva il raddoppio: Lauro al suo sesto centro su azione di contropiede, regala il raddoppio ai canarini. Il bomber gialloblu, però, dopo pochi minuti è costretto ad abbandonare il campo per infortunio, con Del Sorbo che lancia nella mischia Ammirati. Sul finire del primo tempo la Scafatese sfiora il tris almeno tre volte. Rete che arriva bei primi minuti della: Lucarelli segna la rete del 3-0. I canarini, però, non si accontentano e sfiorano il poker in più di una circostanza, prima di abbassare i ritmi e concedere campo agli avversari. E così negli ultimi otto minuti il Cicciano riesce a riaprire il match, prima con Barbati e poi con Biancardi, ma è troppo tardi per tentare la super-rimonta.
Vittoria nel segno di Maggio
Anche la Sarnese resta in scia. Gli uomini di mister Vitter battono 1-0 la Calpazio consolidando la seconda posizione alle spalle della capolista Virtus Scafatese. Una vittoria preziosissima quella conquistata dai sarrastri che, con un gol di Maggio, liquidano la formazione dell’esordiente mister Adinolfi e scavalcano nuovamente l’Angri. La gara stenta a decollare nei primi venti minuti. Solo con il passare dei minuti la squadra di casa pigia il piede sull’acceleratore, conquistando le fasce del campo. Nella seconda metà dell’incontro la Sarnese parte determinata e trova subito la rete dell’1-0: Di Capua dal centrocampo pesca in area Maggio, che colpisce di testa e supera Calamusa per l’1 a 0 dei locali. Al 17’ però, è la Calpazio a far tremare lo “Squitieri” con Napolitano che salva su Minella. La gara comincia a calare vistosamente di ritmo e l’unico brivido lo regala al 41’ D’Andria, il cui diagonale in area di rigore, viene deviato da Di Capua che salva il vantaggio dei padroni di casa, permettendo alla Sarnese di restare tra le quattro contendenti.