Pagani. Auditorium. Da sciogliere il nodo gestione

Auditorium "Sant'Alfonso Maria de' Liguori", la triade commissariale al lavoro per risolvere alcuni problemi strutturali e per affrontare il nodo relativo alla gestione. L'opera, realizzata solo pochi anni fa doveva rappresentare il fiore all'occhiello della città e non solo, ma ad oggi si presenta come un contenitore vuoto. Pochi gli eventi che vanno in scena presso il teatro sito nel centro cittadino. Inoltre, alcuni dei locali sono off limts a causa di problemi strutturali. L'ultimo piano, infatti,non sarebbe ancora agibile. La sala sormontata dalla cupola è chiusa, poichè a causa delle infiltrazioni di acqua piovana il parquet si è sollevato dal pavimento, in diversi punti.

Divieto d'accesso anche nella sala dedicata alla pinacoteca, dove sarebbero in corso verifiche sulle uscite di emergenza. In pratica, resta fruibile il piano terra, dove insiste il teatro. La commissione prefettizia avrebbe, però, deciso di correre ai ripari per dare dignità all'opera e valorizzare la struttura. A breve dovrebbero partire i lavori di risistemazione. Ultimati gli interventi dovrebbe essere pubblicato il bando per l'affidamento della gestione. Intanto, a partire dal nove novembre ad animare l'auditorium ci penserà il Teatro Pubblico Campano che, anche quest'anno, ha organizzato la rassegna teatrale. Il consigliere provinciale ringrazia il concittadino Claudio Tortora per aver promosso la prestigiosa rassegna e invita «tutte le forze politiche, associative, professionali e culturali a promuovere le attività che avranno a breve inizio all'auditourim».
Tiziana Zurro