Angri. Allarme per il ponte di Via Campia. E’ pericoloso

Lanciano, molto preoccupati, l’allarme gli abitanti di Via Campia, strada alla periferia estrema tra Angri e Sant’Antonio Abate. Dopo la conclusione dei lavori per la messa in sicurezza del cavalcavia che passa sull’autostrada3, resta ancora qualcosa da fare. Inquietante. Mancano infatti i guardrail e le protezioni ai bordi della carreggiata proprio nella cura pericolosa posta sulla salita che immette nella trattoria del ponte. Una mancanza pericolosa che mette seriamente a repentaglio l’incolumità degli automobilisti in transito sulla trafficata strada di periferia. Secondo quando indicato dagli stessi residenti della zona, la sera il tratto stradale diventa molto pericoloso anche per l’assenza di un’adeguata segnaletica e di una limitata visibilità mancando, proprio nel tratto, l’illuminazione pubblica.

Conncetivia voucher 2,5

Le preoccupazioni, in questi ultimi giorni si sono fatte ancora più sentite, all’indomani della tragedia di Pompei che ha visto perire in un banale tamponamento madre e figlia cadute, proprio per l’assenza di adeguate protezioni, nel Fiume Sarno. Anche questo scorcio di strada periferica è molto pericolosa, infatti proprio nella curva è bene evidente l’altezza, circa 6 metri, che da nel vuoto tra una strada padronale e la corsia sud dell’autostrada 3. Fino ad oggi sono state vane le segnalazioni dei cittadini anche sulla bacheca del primo cittadino Pasquale Mauri in cerca di una risposta e di una soluzione al problema. Appare evidente che a lavori ultimati non sono state, inspiegabilmente, montate le protezioni proprio in un punto ritenuto critico per la circolazione veicolare.

Via Campia si collega con la vicina Via Paludicella, la strada che collega i comuni di Angri e Sant’Antonio Abate, proprio in questo preciso punto, a pochi metri dal chiacchierato cavalcavia, da anni l’Anas è impegnata nella realizzazione della parte terminale della Strada Statale 268, una zona che tra l’altro dovrebbe ospitare la nuova barriera autostradale in sostituzione di quella attuale di Via Dei Goti. I lavori completamento e di costruzione del III tronco del tratto terminale della strada compreso lo svincolo di Angri localizzato in Via Paludicella rientrano, infatti, nell’asse di riferimento 4 – Accessibilità e trasporti del Por Fesr 2007/2013, e consistono nella realizzazione dello svincolo della S.S. 268 del Vesuvio in località Angri in modo da completarne il tratto già in esercizio, tra Napoli (Ponticelli) e Scafati e ridefinendo e ottimizzando anche la viabilità nazionale con quella autostradale. L’intervento andrebbe a completare la realizzazione della S.S. 268 del Vesuvio, il cui II lotto è attualmente in ampliamento con il finanziamento della Anas SpA.
Luciano Verdoliva