Pompei. Tragedia fiume Sarno. Si cerca in mare il corpo di Nunzia Cascone

Le ricerche del corpo di Nunzia Cascone potrebbero estendersi la costa di Torre del Greco. Gli uomini della Capitaneria di Porto hanno studiato i flussi delle correnti del fiume Sarno unite a quelle marine degli ultimi quindici giorni. Si tenta in ogni modo di individuare la salma della 51enne di Pompei finita nel fiume una settimana fa con la sua Panda.

Conncetivia voucher 2,5

Correnti che potrebbero avere trascinato il corpo molto al largo del litorale, fino al mare aperto. Lavorano su questa ipotesi gli uomini della squadra di ricerche guidata dal capitano della guardia costiera Alessandro Manò. L’ipotesi che il copro possa essere stato trascinato in mare aperto è stata fatta dai vigili del fuoco e dalla capitaneria di porto.

Le correnti marine, dopo aver superato la foce di Rovigliano del fiume Sarno tra Pompei e Torre Annunziata avrebbero spinto il corpo nelle acque del golfo. Inutile lo scandaglio del corso del Fiume Sarno che non hanno dato l’esito sperato dalle squadre dei soccorritori, che andranno avanti per altri 15 giorni alla ricerca del corpo di Nunzia Cascone. Il ritrovamento di un giubbino nel fiume e compatibile con quello indossato da Nunzia il giorno dell’incidente per un momento avevano fatto sperare vanamente di essere vicini alla fine di questo strazio.