Angri. Dal 23 novembre sosta libera? Ausiliari a casa!

Dal prossimo 23 novembre le strisce blu a pagamento potrebbero essere libere a tempo indeterminato. Termina , infatti, il rapporto di lavoro a tempo determinato dei sette ausiliari della sosta in forza all’azienda speciale del comune “Angri Eco Servizi”. Secondo quanto indicato dalla direzione dell’azienda, guidata dall’ingegnere Domenico Novi, il loro contratto non può più essere più tecnicamente rinnovato, viste le nuove indicazioni in materia di assunzione previste della legge Fornero. Ausiliari che da anni lottano per farsi riconoscere “a tempo indeterminato” il loro status. Ad oggi però la “speciale” è ad un bivio, pronta a riordinare anche questo ramo d’azienda ereditato dalle varie società che nel corso dei ultimi lustri si sono succedute nella gestione della sosta nella città di Angri.

Proprio la cittadina angrese è stata una delle prime sul finire degli anni novanta a dotarsi della sosta a pagamento disciplinando i parcheggi. Ora per gli ausiliari si prospettano tempi duri e molte incertezze circa il loro futuro occupazionale. Tra le ipotesi al vaglio della “speciale” si prospetta la possibilità di realizzare un bando di concorso per la selezione degli aspiranti addetti alla sosta da reclutare trimestralmente o, in alternativa, istruire il personale in eccedenza del ramo “raccolta rifiuti” per impiegarli nella disciplina della sosta a pagamento. L’amministrazione comunale tuttavia riconosce, il valido lavoro svolto degli operatori che, con la loro ultra decennale esperienza sul territorio, hanno garantito, assieme agli agenti della Polizia Locale, sostanziose entrate di denaro alle casse comunali.

Proprio in queste settimane è arrivata una lettera di encomio per due degli ausiliari storici. Le entrare da contravvenzioni e contestazioni, per mancata esibizione del ticket sosta, ma soprattutto il provento della sosta, in questi anni, hanno fatto incassare alla “speciale” centinaia di migliaia di euro e questo grazie proprio al valido contributo di tutta la squadra degli ausiliari del traffico, ritenuti anche da esercenti e cittadini, professionalmente indispensabili per disciplinare la sosta cittadina, vista anche la storica carenza di spazi per il parcheggio in centro.

L’esperienza angrese della sosta a pagamento è una delle meglio riuscite nell’agro, per continuità e risultati. Iniziata alla fine degli anni ’90 sotto la gestione dell’ACI Service, ben presto venne affidata alla III Millennio di Nola e successivamente, dal commissario prefettizio Bruno Pezzuto, all’azienda speciale del comune Angri Eco Servizi. In tutte e tre le esperienze vennero confermati in blocco, salvo qualche defezione, gli ausiliari che oggi hanno contribuito, in maniera decisiva, a rimpinguare le asfittiche casse comunali, senza tuttavia che, a questi uomini e queste donne, fosse riconosciuto un migliore trattamento economico.
Luciano Verdoliva