Sarno. Sosta a pagamento. La Multiyservices lascia la città

Alla fine di un estenuante braccio di ferro la Multyservices, la società che gestisce la sosta a pagamento a Sarno, ha deciso di chiedere la revoca dell’appalto “provvisorio” entro il 30 novembre. La decisione è stata notificata dalla Multyservices, nella mattinata di ieri, per tramite dell’ufficiale giudiziario, un atto unilaterale dove si evidenzia che la cooperativa di Palma Campania, che dal 1 giugno 2013 gestisce la sosta a pagamento nella città dei sarrasti, rinuncia di fatto all’appalto poiché, la stazione appaltante non ha provveduto alla stipula del contratto definitivo entro sessanta giorni, come previsto dal decreto legislativo 163 del 2006 che regola i contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture.

Sembrano essere cadute nel vuoto le diffide prodotte nei mesi scorsi dalla Multyservices, al comune affinché ci fosse una convocazione per la stipula del contratto definitivo, ma dopo cinque mesi dall’entrata in vigore della sosta a pagamento nessun contratto è stato stipulato, ed oggi è arrivato il provvedimento dando un mese di preavviso all’ente. La Multyservices si è aggiudicata la gara offrendo un aumento rispetto a quello previsto dal bando del 135,78%.

La Multyservices si è aggiudicata la gara offrendo un importo di 538.535,67 euro, in tre anni, rispetto ai 238.406,00 euro previsto dal bando. Ma la società palmese in più occasioni ha denunciato di essere “un continuo tiro al bersaglio” che impedisce agli ausiliari di lavorare con tranquillità. La stessa cooperativa ha denunciato a più riprese atti di sabotaggio alle sue strutture e alla segnaletica sia orizzontale che quella verticale. Diversi sono, poi, stati i casi di aggressione denunciati dai vertici della coop alle autorità competenti. Tante sono state le diffide che la stessa cooperativa ha presentato all’ente tramite i suoi legali.