Nocera Inferiore. Nuovi raid alla creolina al Liceo Vico

Nocera Inferiore. Ennesimo raid alla creolina ai danni di un istituto scolastico cittadino. Nella notte tra giovedì e venerdì, e per la terza volta, è stato preso di mira il liceo classico “G.B.Vico” di Nocera Inferiore. Secondo quanto è stato ricostruito, i balordi eludendo il sistema di videosorveglianza, si sono introdotti all’interno dell’istituto e imbrattato i pavimenti con la creolina. La scoperta nella prima mattinata di ieri. Insegnanti e personale scolastico, all’ingresso in istituto, sono stati investiti dall’odore acre della sostanza versata sui pavimenti. Il dirigente scolastico è stato costretto a rimandare gli studenti a casa, affi nchè potessero essere arieggiati e bonifi cati gli ambienti presi di mira.

Conncetivia voucher 2,5

Rammaricata la dirigente del Vico, Teresa Di Caprio: “Purtroppo le scuole sono ostaggio di gruppi organizzati. Ma noi non arretriamo”. Il liceo classico di Nocera torna nel mirino dei balordi. L’istituto già negli anni scorsi era stato colpito tanto che, nel 2011 la preside aveva chiesto l’intervento del Prefetto. Sulle mura dell’istituto gli studenti avevano affi sso uno striscione «La vostra creolina la nostra rovina». Quella volta ignoti incappucciati, aggirando l’edifi cio scolastico sul retro, avevano cosparso le entrate delle porte laterali con litri di disinfettante. Due giorni dopo l’ordinanza del commissario prefettizio Piero Mattei di vietare la vendita della sostanza nociva ai minorenni e solo a chi forniva i propri dati anagrafi ci. I raid ai danni delle scuole cittadine, però, erano continuate. Una vera e propria escalation: alcuni balordi erano stati addirittura arrestati. Un fenomeno allarmante. Proprio giovedì mattina al liceo scientifi – co Sensale, più volte nel mirino per analoghi episodi, si era tenuta una riunione con i rappresentanti dell’istituto per discutere dei troppi atti vandalici.
Carmela Scarano