Angri. Il basket ricorda Marianna De Simone

Il “Primo Memorial Marianna De Simone – Un canestro per Mary” è stato un grande successo che ha emozionato, ha commosso ed ha unito tutti nel ricordo della giovane Marianna e contro la terribile malattia della leucemia. Infatti venerdì scorso circa 400 persone hanno gremito gli spalti (e non solo) del palazzetto dello sport “Galvani” di Angri, decorato con palloncini verdi e rossi ed una gigantografia della giovane Marianna, per assistere alla partita cestitica di beneficenza tra l’ASD Angri Pallacanestro ed il Centro Olimpia Angri Basket.

Conncetivia voucher 2,5

La serata, presentata da Nancy Daviducci, simpatica e professionale, ha avuto inizio con l’esibizione del Borgo Coronati caratterizzata dallo spettacolo medievale delle sbandieratrici con sottofondo musicale dei tamburini. Subito dopo il signor Vincenzo Del Sorbo, un amico della famiglia De Simone, ha letto una toccante poesia in ricordo di Marianna; prima dell’inizio del match sono intervenuti Alfonso Campitiello, presidente dell’ASD Angri e Gennaro Vitolo, coach dell’Olimpia Angri per ringraziare tutti i presenti. La partita, svoltasi in un clima di totale amicizia con gli atleti che hanno dato spettacolo, è stata vinta dall’ASD Angri Pallacanestro.

La serata è proseguita con la coinvolgente ed innovativa esibizione canora del coro polifonico “Marycanto”: le ragazze vestite di rosso e dirette dal maestro Marica Caso hanno intonato canzoni natalizie in salsa Gospel con basi ritmiche del blues e del rhythm and blues innescando una partecipazione volontaria e molto emozionante da parte del pubblico. Infine sono intervenuti il giovane Francesco Iannone, organizzatore dell’evento, che ha ringraziato tutti coloro che si sono adoperati per l’ottima riuscita del memorial ed ha letto alcuni pensieri commoventi e di speranza dedicati alla sua amica Marianna; il trapiantologo dottore Risitano ha voluto ringraziare tutte le persone presenti lanciando un messaggio di fede, speranza e perseveranza nella lotta a questo tipo di malattie. Il memorial si è concluso con uno scambio di doni-ricordo tra il giovane organizzatore e le due sorelle di Marianna, col pubblico tutto in piedi ad applaudire.

I cittadini angresi e dei paesi limitrofi hanno mostrato ancora una volta di saper essere molto generosi (venduti circa 800 biglietti più le donazioni di sponsor e di alcuni privati) e sensibili dinanzi allo scopo nobilissimo della lotta alla leucemia. Una serata che profuma di ricordi, di speranza, di umanità e d’amore, coronata dalla presenza di Marianna al centro di quel parquet e nel cuore di tutti i presenti.