Angri 1927. Eccellenza. Beffa a Massalubrense. Leadership in discussione

Virtus Scafatese e Sarnese potrebbero approfittare del mezzo passo falso dell’Angri che impatta contro il coriaceo Massalubrense. Grigiorossi che si sono fatti rimontare il doppio vantaggio acquisito nel corso del primo tempo. I padroni di casa non hanno mai mollato e sono riusciti ad ottenere l’insperata rimonta, grazie anche alla giornata no della giacchetta nera, su alcune decisioni che hanno scontentato entrambe le parti. Appena al secondo minuto di gara i grigiorossi sono in vantaggio grazie alla conclusione a giro di Iuliano.

Al 32esimo un’incomprensione fra arbitro e guardalinee fa annullare la rete del 2-0: a farne le spese è Di Nola, espulso dal direttore di gara. Ma al 41esimo arriva puntale il raddoppio con Ferraioli. Nella ripresa, passano 9 minuti e Cestaro accorcia le distanze mentre al 18’ arriva il definitivo pari con Cacace. Infuriato mister Di Nola: “Una squadra che vince per 2 a 0 deve portare a casa il risultato senza se e senza ma. Non siamo stati bravi, abbiamo regalato un tempo agli avversari. Alla fine il pareggio è il risultato giusto. Al termine del primo tempo pensavamo di aver vinto”.