Angri. Distretto sanitario. Arriva la replica dell’amministrazione

Distretto sanitario 61, l'amministrazione comunale è pronta a cedere l'edificio di via De' Goti all'Asl Salerno. Ad annunciarlo il sindaco Pasquale Mauri e il suo vice Gianfranco D'Antonio che, in seguito all'ennesima richiesta giunta dal direttore del distretto Grazia Gentile, hanno sciolto le riserve annunciando l'imminente approvazione della nuova convenzione in Consiglio comunale. In merito alla stipula della convenzione per la cessione all'ASL dell'edificio di Via De' Goti per la nuova sede del dstretto sanitario arrivano i chiarimenti da parte dell'amministrazione comunale. «A noi non interessano le polemiche –ha commentato il primo cittadino, Pasquale Mauri–. Vogliamo dare risposte concrete alle esigenze dei cittadini angresi e stiamo lavorando in questa direzione. Siamo quasi giunti a una soluzione definitiva del problema, il provvedimento finale approderà in Consiglio comunale, tra pochi giorni. Una volta approvato il nuovo contratto l'Asl potrà sottoscriverlo. Nel frattempo diamo la nostra piena disponibilità, come avevamo già anticipato, a consegnare le chiavi all'Asl nelle more del perfezionamento degli atti».

Sulla stessa scia il vicesindaco D'Antonio. «Lo schema di contratto approvato dal Consiglio comunale è stato modificato per venire incontro alle richieste dell'Asl – ha precisato D'Antonio–. Le modifiche, per legge, devono tornare in Consiglio per essere approvate. Abbiamo già provveduto a richiedere agli uffici competenti di inserire l'approvazione del nuovo contratto tra i punti all'ordine del giorno della prossima seduta. Abbiamo lavorato molto per trovare una soluzione che consentisse di dotare di una sede degna e decorosa il distretto sanitario. Tanto è vero che le modifiche apportate sono favorevoli all'Asl e le abbiamo accettate proprio per chiudere definitivamente la questione. Il nostro impegno per il raggiungimento di questo obiettivo è sotto gli occhi di tutti ed è testimoniato dagli atti. L'approvazione della nuova convenzione in Consiglio è l'ultimo passaggio con il quale metteremo la parola fine a questa situazione di stallo che si è creta tra i due enti».

Insomma, stando alle dichiarazioni del sindaco Mauri e del suo vice, la questione distretto che si trascina ormai da mesi starebbe per essere risolta e presto l'Asl potrebbe usufruire della struttura di Fondo Rosa Rosa che secondo Grazia Gentile potrebbe trasformarsi in un vero e proprio polo d'eccellenza. Da evidenziare, però, che mentre per il direttore del distretto a chiedere le modifiche era stato il Comune che aveva mostrato perplessità sul comodato d'uso gratuito ,per gli amministratori angresi con la nuova convenzione il Comune viene incontro alle esigenze dell'azienda sanitaria locale. Nonostante questi differenti punti di vista, resta l'impegno da parte del sindaco e del vicesindaco. Ora tutto è legato alla celebrazione del prossimo Consiglio comunale, una seduta particolarmente attesa nella città doriana, anche perchè bisognerà approvare il bilancio di previsione, e in quella sede di capirà se Mauri ha ancora i numeri per poter continuare ad amministrare.
Tiziana Zurro