Calcio. Eccellenza. Girone B. L’Angri non molla

L’Angri tallona da vicino la capolista Sarnese che si è agilmente imposta contro Il Sant'Antonio Abate per 4 a1 nell’anticipo di sabato scorso. Il campionato pare diventato una faccenda a due. I grigiorossi di Mario Di Nola rispondono ai sarrastri superando per 2-0 una Palmese molto in forma che nulla ha potuto , però, contro il gioco offerto da Ferraioli e compagni, dimostrando di essere una delle più serie candidate alla zona playoff. Fase cruciale del match al 50’ la Palmese deve salvarsi in angolo su azione costruita da Incoronato e definita da Schettino. Dalla bandierina salva sulla linea Merone che respinge appena fuori dall’area, ne approfitta Palumbo che con un bolide mette la palla in rete al minuto 51. In svantaggio mister Soviero corre ai ripari mettendo in campo contemporaneamente Sepe, Della Marca e il bomber Nappi nel tentativo di cambiare il proprio assetto tattico. L’espediente serve però a poco, l’Angri arretra il baricentro di quel tanto da non dare punti di riferimento agli avversari e colpendo con contropiedi. Da questi nasce l’azione del raddoppio, all’82’: Incoronato in contropiede viene atterrato con il conseguente calcio di punizione, esecuzione perfetta di Della Femina la palla s’insacca. Nel finale espulsione per doppia ammonizione di Schettino. I giochi restano aperti.

A Scafati Parte con la tensione alle scafatese (1)stelle la gara tra Virtus Scafatese e Scafatese Calcio: piena la tribuna dello stadio comunale in occasione della sfida casalinga. Al 6' Marcucci tenta il colpo con una rovesciata ma la palla è abbondantemente fuori. Nessun lampo, il primo corner per la Scafatese arriva al 17'. Dalla bandierina Teta, ma la Virtus riesce a liberare. Al 19' Agata stupisce con un contropiede che rischia di punire, salva tutto Gallo. Annullato per fuorigioco il gol al 21' di Ascione arrivato dopo una confusione in area per gli sviluppi del calcio di punizione di Ferrentino. La gara prosegue senza forti emozioni. Infortunio per Ammirati, entra in campo Lucarelli. Siamo al finire del primo tempo quando Gallo tenta con colpo di testa ma Nasta rilancia su Marcucci che però non riesce a concretizzare. Si torna negli spogliatoi sul risultato di zero a zero. Secondo tempo, la Scafatese subito aggressiva. La partita si combatte al centrocampo e col morale contagiato dalla tensione. Agata dalla fascia, al 10' ci prova dalla distanza, nulla di fatto. Occasione per i canarini: dal calcio di punizione di Teta, Lauro ci prova con un colpo di testa. La palla finisce fuori. Al minuto 20' Ferrentino ci prova dalla distanza. Nulla di fatto. Entra Lupacchio al posto di Lauro e Pepe per Velotti. Al 33' calcio di punizione per la Virtus con Ferrentino, parata in volo per Nasta. L'azione della Virtus si fa insistita e si sfiora il vantaggio in più occasioni. Al 38' Lupacchio sfiora il gol, davanti alla porta però Gallo salva i padroni di casa. Entra Malafronte al posto di Ferrentino. In campo anche Colantuono al posto di Gallo Salvatore.

Stop per la Libertas Stabia. Dopo la vittoria con la Calpazio, gli stabiesi salvano il risultato nei minuti finali con una spettacolare rete di Chierchia il match contro l’Eclanese. Un 2-2 che lascia riflettere sull’assetto della squadra. La cronaca. Due giri di orologio e i tigrotti sono già avanti: Solimene premia la profondità di Montella che entra in area e da posizione defilata con un diagonale batte Caruccio sul palo lungo. Colpita a freddo l’Eclanese reagisce e al 18’ perviene al pari con Tammaro con una grande conclusione da fuori arrivata sugli sviluppi di un corner. Ristabilita la parità, L’Eclanese ribalta il risultato, un 2-1 che nasce ancora su un calcio da fermo, questa volta una punizione, che Garzone trasforma in gol in mischia. Al 66’ dopo una scaramuccia fuori dal campo tra De Simone ed Esposito l’arbitro espelle entrambi. La Libertas, coriacea a dieci minuti dal termine aggunata il meritato pari. Angolo di Mosca, Caruccio smanaccia, la palla resta al limite dell’area piccola dove Chierchia in semi rovesciata ne approfitta, siglando la sua settima rete in campionato. Nel finale tra le fila dell’Eclanese viene espulso Garzone.