Sant’Antonio Abate. In tanti ricordano Arturo Galasso

Arturo Galasso aveva appena venticinque anni, papà di due bimbi: E’ morto mentre conduceva il suo automezzo sull’Autostrada A 14 nei pressi di Bologna nella notte di ieri. Il tragico schianto al chilometro 33 in direzione nord ad Osteria Grande, nell’ambito del Comune di Castel San Pietro, in provincia di Bologna. In tanti ora ricordano l’allegria di questo ragazzo, originario di Pagani e trasferitosi da alcuni mesi a Sant’Antonio Abate, avendo messo su famiglia.

Conncetivia voucher 2,5

Un ragazzo solare, molto amato, come ricordano in tanti sul suo profilo Facebook che sintetizza una vita stroncata prematuramente su quel tratto di autostrada emiliana romagnola. Arturo era un ex studente dell’istituto alberghiero di Pagani dove si è diplomato nella sezione B. Dopo il diploma si era sposato giovanissimo e aveva cominciato a lavorare come autotrasportatore. Un lavoro che amava molto. Padre di due bambini, uno che fra due mesi compirà due anni e l’ultimo nato appena un mese fa. Sposato con Michela, anche Lei giovanissima. Galasso era partito venerdì sera dalla Campania per raggiungere alcune località del nord dove avrebbe dovuto scaricare il carico di prodotti ortofrutticoli destinati alla grande distribuzione. La sua vita invece si è spezzata al chilometro 33 dell’A14 ad Osteria Grande.