Sarno – Pagani. Danni per i botti di fine anno.

Si fanno le prime conte dei danni. A Pagani molti i danni causati dai petardi, nonostante fosse in vigore il divieto anti botti. Si registrano danni alle vetrate di alcuni esercizi commerciai. Ad inquietare maggiormente sono, però, gli spari avvenuti davanti al locale cimitero, una consuetudine che si ripete oramai negli anni.

Nonostante la potenza di fuoco si diminuita rispetto agli scorsi anni l’elenco dei feriti, per l’esplosione dei botti di capodanno, è molto lungo. Nel Napoletano si registrano 51 feriti, mentre nel salernitano il bilancio provvisorio è di 19 persone ferite. Nel capoluogo di provincia salernitano sono undici persone che hanno dovuto fare ricorso alle cure dei sanitari. Due sono i feriti a Pagani, a Nocera Inferiore e a Sarno. Uno a Cava de' Tirreni e a Battipaglia una persona ferita. A Sarno una bambina di 4 anni ha riportato ustioni alle dita di una mano con una prognosi di 10 giorni. A Battipaglia un extracomunitario è rimasto ferito da un petardo raccolto a terra e gli esploso in mano.

I vigili del Fuoco del disataccamento di Nocera Inferiore, poco prima della mezzanotte, alle 23,55 hanno rinvenuto un'arma in un tombino.