Angri. Strade gruviera. Chiesto il vertice con la Gori

Una riunione tra i dirigenti dell’ente comune e i vertici della Gori, alla presenza dell’amministrazione e dei consiglieri comunali di maggioranza e di opposizione, per discutere e per risolvere problemi legati alle sedi stradali sul territorio cittadino. Tanto, sulla base di una proposta, effettuata dal consigliere di opposizione Gianluca Giordano, in quota Forza Italia, per tentare di dare risposte concrete e soluzioni idonee alla moltitudine di problemi in materia, reiteratamente lamentati dai cittadini residenti in varie zone di Angri.

La proposta ha trovato immediatamente il riscontro positivo del sindaco Mauri che l’ha giudicata “una buona idea”, quindi nei prossimi giorni potrebbe già essere fissata la data. Il consigliere Giordano ha proposto al sindaco e alla maggioranza “magari sfruttando lo strumento delle commissioni consiliari, oppure in un altro modo ma che comunque garantisca la presenza sia della maggioranza che dell’opposizione, di organizzare un incontro con i vertici della Gori e con i dipendenti comunali, perché per la qualità dell’asfalto alcuni problemi non sono di responsabilità del comune ma sono di responsabilità e di competenza della Gori. Tanto, ovviamente, non per fare a scaricabarile, ma per definire insieme -e chiaramente!- i problemi, le soluzioni, le differenti competenze e le relative responsabilità.”

Gianluca Giordano, poi, propone anche di utilizzare lo strumento del censimento prima di dare il via all’opera di rifacimento della pavimentazione di circa 18 kilometri di territorio, così come annunciato da Mauri. “Se facciamo un censimento di tutte le zone di Angri –continua Giordano- dove ci sono determinati problemi, e delle riunioni sia con i vertici della Gori sia con i dirigenti del comune di Angri possiamo risolvere dei problemi che creano innumerevoli disagi ai cittadini angresi, e che durano da anni e anni.” E ancora: “In questo modo, nel momento in cui, poi, inizieranno questi lavori per la ristrutturazione delle strade e per il rifacimento dell’asfalto, si faranno in maniera tale da evitare anche il sorgere di eventuali contenziosi. Pertanto, in qualità di consigliere comunale –conclude Giordano- do la mia piena disponibilità ,sin d’ora, a ragionare in questi termini.” Sia l’iniziativa del censimento sia la proposta del vertice con la Gori, potrebbe essere assai utile per venire a capo di problemi atavici.
Maria Paola Iovino