Angri. La strada Statale 268 verso la completa realizzazione

Ci sono buone notizie circa il completamento del tratto terminale della Strada Statale 268 in Via Tora, località Paludicella. Lo scorso dicembre, proprio ad Angri, fu tenuta una conferenza di servizi tra il Comune di Angri, il Comune di Sant'Antonio Abate e l’Anas. per discutere in merito al progetto di completamento della S.S. 268 Variante Est Vesuvio. Per il Comune di Angri erano presenti il consigliere comunale avv. Bonaventura Manzo, delegato del Sindaco Pasquale Mauri, l’ing. Vincenzo Ferraioli, responsabile U.O.C. Promozione Sviluppo e Gestione Territoriale e l’ingegnere Benedetto D’Ambrosio, Responsabile U.O.C. Lavori Pubblici; per il Comune di Sant'Antonio Abate l’Assessore Antonio Criscuolo e il geometra Mario Sabatino; per l’A.N.A.S. l’ingegnere Giovanni Guarino. Venne illustrato il progetto per la realizzazione dell’ultimo tratto della Strada Statale 268. Il progetto di realizzazione rientra, infatti, nel “Grande Progetto”, finanziato con fondi Fesr, per i “lavori di costruzione del 3° tronco compreso lo svincolo di Angri”.

Conncetivia voucher 2,5

A dare la notizia dell’imminenza dell’inizio del lavori di completamento è proprio il consigliere Bonaventura Manzo “Angri avrà un accesso diretto da via Stabia, che si collegherà con le altre bretelle che si ricongiungeranno con quella già esistente. Con sicurezza – dice Manzo – possiamo affermare che il progetto prevede anche la realizzazione dei caselli autostradali. Per cui, con il completamento della strada del Vesuvio 268, ad Angri sarà previsto un accesso diretto da via Stabia che si collegherà con via Tora, dove si ricongiungeranno tutte le bretelle e sorgerà il nuovo casello autostradale, che quindi sostituirà quello di via dei Goti che sarà chiuso. Il completamento di questa arteria è prevista per la fine del 2015. La ditta appaltatrice che dovrà eseguire i lavori ha già fatto dei sopralluoghi, e sono già sorti dei problemi di ordine pratico per gli abitanti. L’amministrazione comunale si è resa parte attiva affinché si possano risolvere le problematiche prima di dare il via ai lavori. In particolare, io ho posto l’attenzione in particolare sulla bretella che collegherà via Paludicella con via Stabia, in particolare perché sarà un’arteria a percorrenza veloce, e considerate le varie strade che si andranno a intersecare ci sarà un pericolo per la pubblica incolumità, perché l’Anas non ha previsto nessun sistema di prevenzione, né una rotatoria né un semaforo per disciplinare l’accesso in questa bretella. Noi abbiamo presentato le nostre osservazioni, e l’Anas si è riservata di studiare il problema prima di indicare una soluzione. Così come crediamo che la viabilità sia una cosa molto importante, così come l’assicurare alla cittadinanza che l’accesso autostradale di via dei Goti non verrà chiuso prima dell’apertura di quello di via Tora, riteniamo altresì fondamentale garantire al massimo la sicurezza nel nostro territorio.”
Luciano Verdoliva