Salerno. Ennesima truffa agli anziani.

Negli ultimi tempi sono sempre più numerose le persone anziane che non cadono nella trappola tesa loro dai truffatori ed evitano di essere truffati, memori dei consigli e dei suggerimenti dati loro dal Questore di Salerno, Antonio De Iesu, nella campagna di comunicazione “Difendiamoci”, tesa proprio a sensibilizzare gli anziani ed i loro familiari sulle modalità utilizzate dai truffatori e su come evitare di rimanere vittime di questo tipo di reato che va a colpire per lo più persone appartenenti alla fascia di cittadini della terza età.

Il Questore di Salerno invita i cittadini salernitani a tenere sempre alto il livello di guardia contro i truffatori, non aprendo la porta o non facendosi avvicinare per strada da sconosciuti che chiedono somme di danaro spacciandosi per rappresentanti di società di servizi, compagnie di assicurazione o consegnatari di pacchi contenenti prodotti ordinati da parenti delle vittime. E’ di ieri l’ultimo caso, purtroppo andato a buon fine, di truffa in danno di una persona anziana salernitana. Questa mattina una Volante della Polizia è intervenuta, infatti, in via R. Cantarella presso l'abitazione di una persona anziana che, nel pomeriggio di ieri, ha subito una truffa ad opera di ignoti i quali, spacciandosi per dipendenti di una compagnia assicurativa, hanno chiesto del danaro che sarebbe servito per sbloccare il pagamento di una somma molto più ingente a risarcimento di un sinistro stradale occorso al figlio della vittima del raggiro.

I truffatori si sono fatti consegnare circa 3.500 euro inducendo la vittima a corrispondere il danaro anche previa telefonata ad un complice che ha finto di essere il figlio e telefonicamente ha convinto l’anziano della veridicità dei fatti. Sull’episodio sono in corso indagini per l’identificazione dei responsabili della truffa.