Scafati. Aviaria. Abbattuti 650 volatili a rischio infezione

Prevenzione dell’influenza aviaria in un allevamento di volatili a Scafati. Per prevenire il virus sono stati abbattuti più di seicentocinquanta animali in un’azienda avicola locale. L’Asl di Salerno ha infatti disposto, qualche tempo fa l’abbattimento di centinaia di animali da allevamento, perché sarebbero stato contagiati dal virus dell’influenza aviaria a bassa patogenicità. La soppressione dei pennuti è avvenuta nella mattinata di ieri e per la titolare dell’allevamento è scattato il risarcimento. L’intervento si è reso necessario dopo che l’Istituto Superiore di Sanità, già nel 2010, aveva dimostrato per la prima volta scientificamente, che i virus dell’influenza aviaria a bassa patogenicità sono in grado di infettare l’uomo con delle gravi conseguenze sulla salute soprattutto dei bambini.

Dopo l’allarme aviaria del 2011, il ministero della salute aveva disposto dei controlli obbligatori alle aziende avicole per scongiurare un’altra pericolosa emergenza. I controlli periodici dell’Asl di Salerno nel mese di ottobre avevano verificato lo stato di salute dei volatili dell’allevamento scafatese facendo tutti gli esami veterinari del caso. La diagnosi ufficiale ha, purtroppo, evidenziato che gli animali, più di seicentocinquanta esemplari di differenti specie, erano infetti e andavano abbattuti. Così con il provvedimento dell’ordinanza di abbattimento la titolare dell’allevamento avicolo è stata costretta a sopprimere trecento polli, duecento galline, settanta tacchini, ventinove anatre, cinquanta piccioni, tre oche e distruggere più di cento chili di mangime per animali.

Un ingente danno economico per l’avicola scafatese che ha avuto però diritto al rimborso regionale di 2mila e 200 euro circa per aver ottemperato all’ordinanza dell’Asl di Salerno abbattendo e distruggendo l’allevamento di più di seicento cinquanta volatili. Ora l’intera area dell’allevamento avicolo di sarà bonificata e solo successivamente dopo ulteriori verifiche dell’Asl di Salerno si procederà alla nuova sistemazione di altre specie di volatili nell’azienda.