Sarno. La giunta Mancusi approva il PUC

Un momento decisivo per le ultime settimane di Amilcare Mancusi al timone della cittadina dei sarrastri. Ieri infatti la Giunta, da lui presieduta, ha approvato il Piano Urbanistico Comunale con la delibera numero 63. Una data importante per la Città, che segna il punto referenziale per il rilancio urbanistico del territorio, in tutti gli ambiti. “Sono emozionato e soddisfatto di poter annunciare che oggi la Giunta ha approvato, in un momento difficile di crisi nazionale ed in un clima locale pre-elettorale teso, la “adozione del PUC”. Il Piano urbanistico comunale – dice Mancusi – è la tappa importante, forse la più importante, che la nostra Amministrazione aveva promesso di raggiungere prima della fine del Mandato ma, soprattutto, è ciò che la Città intera aspettava. Dunque, un risultato storico, importantissimo per l’intera Collettività, in linea con gli impegni programmatici della nostra Amministrazione. Un cammino complesso che, ovviamente, è passato anche attraverso il cd. “Processo di Partecipazione o Ascolto” durante il quale abbiamo incontrato tutti i Soggetti interessati (tra i quali: Associazioni, Comitati, Gruppi politici, Imprenditori, Tecnici, Commercianti, rappresentanti della Chiesa etc.) e dai quali abbiamo recepito interessanti e costruttivi suggerimenti”.

“Un risultato esclusivamente positivo – continua il primo cittadino – che donerà alla Comunità risvolti positivi in tutti gli ambiti: occupazionali, territoriali, economici, turistici, culturali etc. Siamo riusciti ad alzare anche gli standard urbanistici e, quindi, la qualità di vita dei sarnesi: basti pensare che in Lombardia e in Toscana sono previsti 27 metri quadri per abitante, noi ne abbiamo previsti 30 metri quadri. Da oggi, inoltre, scattano le cosiddette ‘norme di salvaguardia’ che, però, si precisa sono norme che non bloccheranno l’attività urbanistica in Città perché sono fatte salve le norme in materia di piano-casa e quelle prettamente previste dalla Legge. Dalla data di pubblicazione, poi, inizieranno i 120 giorni previsti per le osservazioni. Sono molto soddisfatto del lavoro di tutti i miei collaboratori e degli Uffici competenti dell’Ente; ringrazio gli Assessori che oggi hanno permesso di adottare il Puc e i componenti del Consiglio comunale che permise allora di arrivare adesso a raccogliere i frutti del nostro lavoro. Abbiamo proceduto nella consapevolezza che è competenza della Giunta municipale adottare il PUC, ai sensi della Legge regionale n. 16/2004. Il nostro paese, è ricco di risorse naturali: l’acqua, le sorgenti, la storia, la tradizione, la cultura, l’archeologia, il paesaggio naturale, la panoramicità; a queste risorse bisognava, necessariamente e finalmente, associare una pianificazione urbanistica semplice e snella che, siamo sicuri, darà ottimi frutti. In ogni caso, torneremo a parlare del PUC in maniera più dettagliata, per aree tematiche."