Pagani, verso il voto Forza Italia: ora si fa sul serio

Forza Italia sosterrà Salvatore Bottone alle prossime amministrative a Pagani. Solo mercoledì però sarà convocata la conferenza per ufficializzare la nascita della coalizione. Gli ex gambiniani Fabio Petrelli, Enzo Campitiello e Ferdinando Lavorante, infatti, starebbero tentando di bloccare l’intesa. Dopo che da Sarno, domenica sera, il coordinatore provinciale Mara Carfagna aveva annunciato che per allargare la coalizione il partito era pronto a ridiscutere le proprie posizioni, i tre forzisti che avevano già manifestato il loro dissenso per il metodo utilizzato per individuare il primo candidato Attilio Elettore, avrebbero provato a far saltare l’accordo con colui che viene visto come l'antagonista di Gambino. Campitiello, Petrelli e Lavorante ieri sera nel corso di un incontro presso la sede di Forza Italia hanno chiesto ventiquattro ore di tempo per verificare se vi sia la possibilità di aggregare partiti e civiche su un progetto guidato da un candidato alternativo.

L’intesa tra il partito di Berlusconi e il polo moderato di Bottone però ormai sarebbe sancita, e poiché il tempo stringe bisogna mettersi al lavoro per definire le liste, in primis quella di Forza Italia, che potrebbe essere completamente rimodulata, visto che anche alcuni simpatizzanti che in una prima fase avevano declinato l’invito a scendere in campo, sarebbero pronti a mettersi in gioco. Potrebbe cambiare tutto nel partito che negli anni scorsi ha conquistato migliaia di voti.

Le scelte, rivelatesi poco inclusive, avallate da Enzo Belfiore ed Enrico Giaquinto potrebbero essere messe in discussione. Sarebbe già stato individuato il nuovo coordinatore della campagna elettorale. Si tratterebbe dell’ex assessore Lello De Prisco, che fino ad ora aveva preferito restare alla finestra, non condividendo il percorso che era stato tracciato. Il progetto del polo moderato e la candidatura di Bottone hanno risvegliato l’entusiasmo dell’ex delegato della giunta Gambino, e non solo il suo. Stando alle indiscrezioni trapelate l’intesa avrebbe suscitato l’attenzione di molte altre persone e di altri gruppi pronti a dare il loro supporto alla coalizione. Determinante per il cambio di passo è stato l’atteggiamento assunto dal consigliere provinciale Vincenzo Paolillo.

La sua decisione di schierare la lista “Grande Pagani” nel polo moderato ha spinto Forza Italia a rivedere le sue decisioni, a rinunciare alla candidatura di Attilio Elettore e a sposare il progetto della coalizione moderata. Dopo i continui rinvii nelle prossime ore dovrebbe essere convocata l’attesa conferenza stampa di presentazione della coalizione e del candidato. Salvatore Bottone in attesa della decisione definitiva dei forzisti, ieri, si è mostrato sereno e determinato. «Siamo in attesa delle decisioni di Forza Italia, anche se dopo aver letto le dichiarazioni dell’onorevole Mara Carfagna sono sicuro che tra qualche ora si arriverà ad un accordo che sarà siglato nell’interesse della città – ha dichiarato -. Dopo l’annuncio della possibile intesa altre persone e altri gruppi si sono avvicinati al polo moderato, tutto questo ci fortifica e ci fa capire che stiamo andando nella giusta direzione. Anche esponenti di Forza Italia che finora non avevano inteso impegnarsi hanno manifestato interesse per il progetto e si sono nuovamente aggregati al partito».

Oltre a Forza Italia potrebbero aderire al polo moderato anche l’Udc e Antonio Gaito. Una coalizione ampia che potrebbe dare filo da torcere agli altri candidati in campo. Massimo D’Onofrio, candidato di Fratelli d’Italia e quattro liste civiche, si dice sereno. «Noi non abbiamo poli, non abbiamo imbandito tavoli né spostato poltrone e divani — ha sottolineato -. Siamo rappresentanti di una comunità che nasce all’insegna dell’entusiasmo, non parliamo di potere, non ci spartiamo consigli di amministrazione. I nostri tavoli sono quelli dove ci sediamo per prendere un caffè nelle case delle tante famiglie paganesi che ci invitano».

Il deputato di Fratelli d’Italia ed ex presidente della Provincia, Edmondo Cirielli, che domenica mattina ha fatto tappa a Pagani per partecipare all’inaugurazione del comitato elettorale di Massimo D’Onofrio, ha commentato così il possibile sostegno di Forza Italia alla candidatura di Bottone: «Non entriamo nelle scelte di altri ma ci tengo a rilevare che, come avevamo immaginato, a Pagani Forza Italia, avendo ripudiato Gambino e la sua storia politica che è poi la storia di Forza Italia a prescindere da quello che si pensa, si è trovata inconsistente e ha dovuto appoggiarsi a fronti anti-Gambino che non c’entrano con quella storia. D’Onofrio va avanti per la sua strada, la città giudicherà le persone e gli impegni per la comunità locale»
Tiziana Zurro