Scafati, pronto lo sfratto per il centro anziani di Bagni

Il Comune moroso da diversi mesi e gli anziani potrebbero presto ritrovarsi più senza il centro anziani. Le due proprietarie del locale in località Bagni hanno intimato all’ente di Palazzo Meyer lo sfratto, previsto per il prossimo 8 maggio, e gli anziani del circolo contrariati dal fatto hanno deciso di indire un sit in di protesta. Accanto a loro il portavoce di Fratelli d’Italia Alfonso Fantasia, i rappresentanti Paolo Attianese, ex consigliere di Scafati Solidale, Luigi Padovano e i consiglieri Cristoforo Salvati e Mario Santocchio. La vicenda si protrae da alcuni mesi scorsi, da quando al Comune è stato chiesto di saldare le rette del fitto. I locali dove è attualmente ubicato il centro anziani è di proprietà di due donne, cittadine di Scafati, che non ricevono il canone mensile per usare l’edificio, oramai da quasi un anno.

Stanche della situazione le due donne hanno dato mandato ad un avvocato ed hanno presentato al Comune di Scafati lo sfratto per morosità. L’immobile, sito in via Manzoni, angolo Fosso dei Bagni, proprio vicino al santuario della Madonna di Bagni, è in affitto all’Ente dal lontano 1990 su disposizione di una giunta del 1989. Il debito del fitto accumulato dal Comune nei confronti delle proprietarie ammonta a migliaia di euro e la situazione è diventata quindi per loro insostenibile. L’amministrazione, lo scorso 27 dicembre, era stata citata in giudizio davanti al Tribunale di Nocera Inferiore. Quindi l’ultimatum: o il Comune paga o gli anziani saranno costretti a trovare una nuova sede. Nel corso della seduta di Giunta comunale dello scorso 27 dicembre 2013, l’ente affidò all’avvocato convenzionato con l’Ente, Generosa Sicignano l’incarico per difendere le ragioni del Comune di Scafati in merito alla questione davanti al Tribunale di Nocera Inferiore.