Angri, AgroInvest verso il definitivo crac?

Guai per la società partecipata AgroInvest. Fratelli d’Italia paventa il rischio crac. L’allarme è stato lanciato da Fdi di Scafati con Cristoforo Salvati e Mario Santocchio già amministratori della STU: “Il Cda conferma una perdita di esercizio relativo all’anno 2013 dell’ordine di circa 600 mila euro. Tale perdita determinerà una conseguente riduzione del capitale sociale che sarà al vaglio del prossimo consuntivo” dichiarano al quotidiano Metropolis”.

E ancora: “La società brancola ad oggi nel buio, non avendo ancora rinnovata la convenzione con il Comune di Scafati e pertanto rimane ancora al palo per il finanziamento regionale non ancora quantificato relativo al PIP di Scafati ma che dovrebbe essere comunque speso entro il 2015”. “Non abbiamo ancora quantificato il debito accumulato dalla precedente gestione: potrebbe essere maggiore o minore di 600mila euro. Ora pensiamo a recuperare crediti da Comuni aziende” dice, sempre a Metropolis, l’attuale presidente della STU Felice Luminello. Il dato di fatto che sta per scadere anche l’ultimo periodo di cassa integrazione per i dipendenti e non è esclusa una clamorosa decisione, quella di iniziare alla procedura di licenziamento senza che sia stata trovata una soluzione idonea, paventata già durante l’alquanto chiacchierata gestione di Genioso Zollo oggi premiato e felicemente seduto sulla comoda poltrona della Patto per L’Agro Spa, anche questa alle prese con il crac e la ricollocazione dei suoi dipendenti tutt’ora in cassa integrazione.