La Sarnese elimina l’Angri dai playoff

Svanisce a Sarno il sogno di riprendersi la categoria persa due anni. I grigiorossi di Mario Di Nola si arrendono ai granata dell’agro di mister Vitter che invece sperano ancora di ritornare nella quarta serie dopo le brillanti affermazioni che la portarono, appena dodici mesi fa, alle porte della Lega Pro. Il sogno dell’U.S. Angri 1927 quindi finisce allo Squitieri di Sarno, il risultato parla chiaro: 2 reti ad 1 con i gol di Tufano e Maggio per la Sarnese e Imparato per i grigiorossi. Un tifo caloroso per entrambe le squadre ha animato i novanta minuti decisivi. L’Angri rompe gli indugi e parte subito all’attacco e al 6’ è Viglione a crossare da destra con Incoronato che colpisce di testa ma Ruocco compie un autentico miracolo. All’undicesimo rispondono i padroni di casa con Maggio pericoloso in area e la traversa a respingere l’offensiva dei granata.

Al 19’ è Ferraioli ad essere anticipato di un soffio da Ruocco. Ancora il bomber angrese a provarci al 37’ dal limite dell’area ma il suo destro termina alto. La partita sembra incanalarsi sullo 0-0 ma a fine primo tempo è Tufano a dribblare Longobardi e ad insaccare per il vantaggio della Sarnese. Di Nola corre ai ripari e nella ripresa lancia Gargiulo al posto di Viglione, ma è Maggio a raddoppiare col colpo di testa ed ad indirizzare la partita sui binari granata. Al 56’ ci prova Della Femina ma il suo tiro finisce alto. Ancora il “cinese” a provarci da calcio di punizione con la palla che termina alta. All’82’ l’arbitro espelle sia Schettino che Maggio. L’Angri prova a reagire ed Imparato realizza un gran gol in rovesciata da azione di calcio d’angolo. A questo punto i grigiorossi provano il forcing finale e l’occasione che poteva cambiare le sorti dell’incontro capita sulla testa di Incoronato al 94’ ma Ruocco compie un autentico miracolo blindando la vittoria finale della Sarnese che spera ancora nella promozione attraverso il tortuoso cammino dei playoff.