Sant’Egidio del Monte Albino, l’opposizione incalza Carpenitieri

Sicurezza stradale e gestione degli impianti sportivi comunali, la minoranza incalca il sindaco di Sant’Egidio del Monte Albino, Nunzio Carpentieri. Gli esponenti dell’opposizione, Mario Cascone e Maria Ferraioli, hanno presentato due distinte interrogazioni consiliari per chiedere delucidazioni al primo cittadino sulle due spinose questioni. La prima interpellanza, quella relativa alla pericolosità dell’incrocio tra via Mazzini e via Pepe, in località Orta Loreto, reca in calce la firma dei due esponenti del gruppo consiliare “Sant’Egidio Viva-Movimento di idee”.

Cascone e Ferraioli dopo aver evidenziato la pericolosità del tratto stradale, che spesso si trasforma in teatro di spaventosi incidenti, e dopo aver rilevato l’inesistenza della segnaletica stradale sia orizzontale che verticale, chiedono al sindaco Carpentieri di conoscere quali iniziative l’amministrazione intenda adottare, anche nei confronti degli Enti Gestori delle arterie, inadempienti, per scongiurare il ripetersi di questi incresciosi inconvenienti e i motivi per i quali fino ad ora il Comune non abbia provveduto, trattandosi di una spesa non certo elevata, a dotare l’ incrocio dell’opportuna segnaletica in danno degli Enti inadempienti. La seconda interrogazione, presentata dal consigliere Mario Cascone, punta l’attenzione sulla delibera di Giunta Comunale n.179 del 17/12/2013 avente ad oggetto la gestione degli impianti sportivi comunali.

L’esponente della minoranza chiede di conoscere “Per quali motivi la delibera, pur essendo stata dichiarata immediatamente eseguibile, è stata pubblicata all’albo pretorio il 21/03/2014, a distanza di 3 mesi dalla sua adozione, quando di fatto aveva già esplicato i propri effetti, sottraendo allo scrivente ogni possibilità di controllo; se le associazioni “Orta Loreto 2007” e “A.S.D. S.Egidio” abbiano ottemperato a tutti gli obblighi di cui al punto due del dispositivo della suddetta deliberazione; se i gestori del campo di calcio e del campo sportivo polivalente abbiano attemperato a tutti gli obblighi di cui al punto quattro del dispositivo della deliberazione in oggetto e da chi sono gestiti e a quali condizioni i suddetti due ultimi citati impianti sportivi. Cascone, infine, chiede che l’interpellanza venga iscritta all’ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale.
Tiziana Zurro